DOMENICA 17 FEBBRAIO 2019, 19:05, IN TERRIS


SIRIA

Gabriele Micalizzi è arrivato in Italia

L'annuncio arriva della Farnesina: il fotoreporter ferito a Baghuz è al San Raffaele

REDAZIONE
Gabriele Micalizzi
Gabriele Micalizzi
E'

atterrato a Milano Gabriele Micalizzi, il fotoreporter italiano ferito lo scorso 11 febbraio a Baghuz, in Siria, dove si trovava per documentare l'offensiva finale contro l'ultima enclave del sedicente Stato islamico. Il rimpatrio di Micalizzi, operato nei giorni scorsi per una grave ferita all'altezza dell'occhio, è stato coordinato "dall'Unità di Crisi della Farnesina ed è resa possibile grazie a un volo" delle Forze armate italiane. Il fotografo, 34enne milanese, è stato colpito dalle schegge di un razzo Rpg mentre, con alcuni colleghi, si trovava i un edificio nella zona di Deir el-Zor. L'esplosione aveva provocato la momentanea perdito dell'udito e, almeno inzialmente, la ferita all'occhio appariva molto grave. Dopo l'operazione chirurgica subita, però, sarebbero state scongiurate lesioni permanenti e lo stesso Gabriele avrebbe dato notizia di vedere regolarmente. Appena sbarcato in Italia, il reporter è stato trasportato presso l'ospedale San Raffaele.

 

 


Il lavoro in Siria

Micalizzi è noto a livello internazionale per i suoi reportage in zone di guerra (ma non solo), pubblicati su alcune delle più importanti testate mondiali, soprattutto negli Stati Uniti. Nelle ultime settimane si era recato in Siria per documentare l'offensiva curdo-araba, supportata dai contingenti dell'US Army, contro le ultime sacche di resistenza daesh. Micalizzi era da alcuni giorni nelle vicinanze di Baghuz, sul fronte di guerra tra il fiume Eufrate e il confine iracheno. Dopo il ferimento è stato trasportato velocemente a Baghdad per essere operato. L'avanzata degli alleati è stata conclusa proprio con la caduta di Baghuz, tappa sufficiente, secondo il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, a disporre il ritiro delle truppe, decisione vista da più fronti (tra i quali quello degli alleati curdi) come troppo affrettata.

In aggiornamento

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Ousseynou Sy e il bus distrutto dalle fiamme
SAN DONATO MILANESE

Bus dirottato, i pm: "Sy resti in carcere"

Secondo gli inquirenti sussiste il pericolo di reiterazione. Al vaglio le dichiarazioni dell'autista
Corteo Festa del Tricolore a Catania
CATANIA

All'ospedale giovane aggredito da 30 antifascisti

Il 18 stava distribuendo volantini di una comunità giovanile identitaria: rotto uno zigomo
Bambino al rubinetto dell'acqua
GIORNATA MONDIALE DELL€ACQUA

Unicef: "Più bimbi morti per diarrea che per proiettili"

Oltre 4,5 miliardi di persone non usano servizi igienico-sanitari sicuri
Aereo che ha portato Xi a Roma
ACCORDO ITALIA-CINA

Conte e Di Maio difendono la Via della Seta

Premier e vicepremier 5Stelle: "Nuove opportunità". E intanto giungono critiche dal Finantial Times
LORETO

Al via il pellegrinaggio dei giovani dell'Unitalsi

Una delegazione donerà al Papa un simbolo dell'Associazione
La stazione Termini a Roma
STAZIONE TERMINI

Paura in centro a Roma: minaccia i passanti con una pala

Prima aveva tentato di rapinare un'edicolante nella Galleria
Il bus incendiato nel milanese
LA CIRCOLARE

Viminale: stretta sulle patenti degli autisti dei bus

Maggiori controlli e raccordo operativo con le motorizzazioni civili
Cina: la violenta esplosione nell'impianto chimico
CINA

Esplode impianto chimico: 47 morti

Il presidente Xi in visita in Italia: "Massimo sforzo per salvare vite umane"
Il Fronte al-Nusra
ABRUZZO E ALTRE REGIONI

Finanziavano i terroristi: 20 indagati

Le ipotesi investigative sarebbero riconducibili al movimento radicale islamico Al-Nusra
La tendopoli
SAN FERDINANDO

Ancora un rogo: morto un migrante

Incendio nella tendopoli che ospita le persone sgomberate dalla vecchia baraccopoli