SABATO 18 LUGLIO 2015, 001:30, IN TERRIS

FORZA ITALIA TREMA: VERDINI PREPARA IL DIVORZIO DA BERLUSCONI

L'ex coordinatore avrebbe detto ai suoi di tenersi pronti. La scissione costerebbe al partito 650 mila euro

AUTORE OSPITE
FORZA ITALIA TREMA: VERDINI PREPARA IL DIVORZIO DA BERLUSCONI
FORZA ITALIA TREMA: VERDINI PREPARA IL DIVORZIO DA BERLUSCONI
Denis Verdini starebbe preparando un clamoroso divorzio da Forza Italia. L'ex coordinatore azzurro ha incontrato i rappresentanti della sua corrente mercoledì scorso al "Parco di Roma Golf Club" per i 50 anni di Luca D'Alessandro, attuale capo ufficio stampa di Fi, avrebbe fatto il punto con i suoi ma anche con il deputato di Ncd, Fabrizio Cicchitto, Laura Ravetto e il fittiano Gianfranco Chiarelli. Verdini, racconta l'Adnkronos che cita fonti parlamentari, sarebbe pronto a fare in Senato un suo gruppo cuscinetto e spedire una componente nel Gruppo Misto di Montecitorio. Alla base della decisione ci sarebbero le insanabili divergenze con Silvio Berlusconi specie sulle riforme. La frattura si è allargata dopo la rottura del Patto del Nazareno, che Verdini aveva contribuito a costruire.

A palazzo Madama si parla di 10 senatori certi pronti a seguirlo (di cui 3 di Fi e almeno 5 di Gal), mentre alla Camera 6-8 deputati potrebbero fare il grande passo. Circola anche il nome della nuova formazione dei "Responsabili": "Alleanza liberale popolare e autonomie". E qualcuno scommette su un'accelerazione per martedì-mercoledì. L'addio di Denis, solo al Senato, potrebbe costare circa 650mila euro alle casse di Fi e Gal: ogni senatore che aderisce a un gruppo, infatti, vale 59mila euro sotto forma di contributo annuale. Una cifra che si dimezza, invece, con l'iscrizione a una 'componente' del Misto a Montecitorio, come previsto dai criteri di ripartizione decisi dall'Ufficio di presidenza (quasi 24 mila euro). A fare le spese della scissione, dunque, sarebbe in parte il presidente dei senatori di Fi, Paolo Romani (che dopo la rottura dei fittiani a giugno, dovrebbe fare i conti con un altro 'buco' nel bilancio del gruppo), e il presidente dei senatori di Gal, Mario Ferrara.

Il 3 giugno scorso, dopo il voto alle regionali, Romani ha perso 10 colleghi azzurri (Cinzia Bonfrisco, Francesco Bruni, Luigi D'Ambrosio Lettieri, Eva Longo, Pietro Liuzzi, i campani Ciro Falanga, Lionello Pagnoncelli, Luigi Perrone, Lucio Tarquinio, Vittorio Zizza, più Tito Di Maggio dal Pi e Antonio Milo di Gal), passati in blocco con Raffaele Fitto. E il presidente dei senatori di Fi non ha certo sorriso, quando non ha potuto più contare sul contributo annuale al gruppo dovuto dai fuoriusciti pari a complessive 590 mila euro l'anno (nel dettaglio, 59mila euro a testa per 12 mesi). Ora, in caso di rottura dei verdiniani, Romani perderebbe almeno tre forzisti (Verdini, Domenico Auricchio e Riccardo Mazzoni) e questo gli costerebbe circa 177 mila euro. Discorso diverso a Montecitorio, dove una 'componente' del Misto costituita da 6-8 parlamentari verdiniani varrebbe dai 147mila euro ai 196 mila euro, visto che ogni deputato 'costa' 49mila euro l'anno per il gruppo e quasi la metà per il misto.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"