MERCOLEDÌ 20 NOVEMBRE 2019, 10:40, IN TERRIS

LA POLEMICA

Ezio Greggio dice "no" a Biella dopo il "caso Liliana Segre"

Il comico biellese rifiuta la cittadinanza onoraria perché il comune l'aveva negata alla senatrice. Ma il sindaco non ci sta

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
A sinistra, la senatrice Liliana Segre. A destra, l'attore italiano Ezio Greggio
A sinistra, la senatrice Liliana Segre. A destra, l'attore italiano Ezio Greggio
I

l web non perdona e nemmeno Ezio Greggio. Il presentatore biellese, volto della comicità italiana, ha rifiutato la cittadinanza onoraria che la città di Biella era pronto a riconoscergli. Senza alzare ulteriori polemiche, l'attore ha detto "Il mio rispetto nei confronti della senatrice Liliana Segre, per tutto ciò che rappresenta, per la storia, i ricordi e il valore della memoria, mi spingono a fare un passo indietro e non poter accettare questa onorificenza che il Comune di Biella aveva pensato per me".


La vicenda

Tutto è iniziato da una proposta avanzata dalle liste centriste della città di Biella, che hanno chiesto al primo cittadino di "conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre". La risposta del sindaco, Claudio Corradino (Lega), non si è fatta attendere: "Nessuna cittadinanza onoraria per Liliana Segre, perché non ha fatto nulla per Biella e per il Biellese". Il primo cittadino ha chiarito che la sua posizione non è contro una donna che " è un esempio a livello nazionale. E infatti è stata nominata senatrice a vita, meritatamente", bensì nei riguardi di una "proposta che mi pare strumentale e quindi non la condivido [...]. Faccio un esempio, sono un appassionato ciclista che amava Coppi… Il riconoscimento di 'Giusto' al rivale storico Bartali mi ha sempre commosso… Voglio dire: la politica nazionale non andrebbe utilizzata per questioni locali" ha spiegato. Le affermazioni del sindaco hanno suscitato polemiche sul web: su Facebook fiocca il disappunto ed anche svariati esponenti del Partito democratico hanno preso posizione. Il segretario regionale del PD, Paolo Furia, ha scritto: "Biella città medaglia d'oro della Resistenza che non merita questo degrado [...]. Che delusione, il rifiuto di dare la cittadinanza onoraria a una donna, la nostra senatrice Segre, che avrebbe potuto farci l'onore di incontrare i nostri giovani e i nostri studenti, per raccontare la storia che qualcuno preferirebbe dimenticare".


La delusione del sindaco: "Un'occasione persa"

Per evitare di alzare un polverone mediatico, Ezio Greggio ha preferito, pertanto, evitare, la cittadinanza onoraria che Biella avrebbe voluto assegnargli il prossimo 23 novembre. Secondo quanto riporta Repubblica, il conduttore ha spiegato che "Non è una scelta contro nessuno, ma una scelta a favore di qualcuno, anche per coerenza e rispetto a quelli che sono i miei valori, la storia della mia famiglia e a mio padre che ha trascorso diversi anni nei campi di concentramento". Il sindaco Corradino, intanto, denuncia la strumentalizzazione dell'intera vicenda: "Ho appreso con dispiacere la notizia della rinuncia di Ezio Greggio al conferimento della cittadinanza onoraria da parte della Città di Biella - ha dichiarato -. Questa strumentalizzazione, costruita ad arte e di proposito politicamente, non porta del bene a Biella. Accettiamo la decisione e va bene così" ha continuato il primo cittadino, spiegando che "l'unico errore che ha fatto l'amministrazione forse è stato quello di non far comprendere appieno che il conferimento a Greggio rispetto alla mozione riferita alla senatrice Segre sono due eventi completamente separati l'uno dall'altro. Per Biella e i biellesi è un'occasione persa".

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ISTRUZIONE

E' boom di ripetizioni

Uno studente su tre prende lezioni private per alzare la media dei voti o per recuperare il deficit di apprendimento nelle aule...
FONDO SALVA STATI

Conte in Parlamento: non dividiamo l'Ue

Le comunicazioni del premier in vista del Consiglio Europeo del 12 e 13 dicembre. Tre parlamentari M5S pronti a passare alla...
Dettaglio dei graffi sulla Luna di Saturno, Encelado
SPAZIO

Chi ha graffiato la superficie di Encelado?

Ecco cosa sta succendento sulla luna di Saturno
Marta Cartabia
CORTE COSTITUZIONALE

Cartabia presidente: prima donna a guida della Consulta

Il suo mandato durerà nove anni ma sarà di portata storica: "Ho rotto un cristallo, spero di fare da...
Carlo Ancelotti
CALCIO

Ancelotti, due notti di Champions come regalo d'addio

L'esonero arriva dopo il 4-0 al Genk che vale gli ottavi, quando tutti pensavano forse all'inizio del rilancio...
L'arcivescovo Pennisi con l'Igumeno del monastero di San Pietro, Mosca
IL DIALOGO COME MISSIONE

Monreale-Mosca, l'ecumenismo della cultura

In Russia gli arcivescovi Pennisi e Pezzi attuano la "geopolitica della misericordia" di papa Francesco per...
IL PUNTO

Cosa bolle in Parlamento

Tra fondo salva-Stati e legge elettorale, continua il dialogo nella maggioranza
BRESCIA

Bimbo investito a Coccaglio: fermato il pirata della strada

Alla guida della vettura che ha travolto il piccolo e la sua mamma una ragazza di 22 anni
PERIFERIE DELLA CAPITALE

Patto per il rilancio di Roma, accordo in Prefettura

Più luci, vigili di quartiere ed eventi: al via il progetto pilota per la riqualificazione dei municipi V e VI
Soldi

L’indecenza

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, rivolgendosi ad alcuni studenti, ha affermato netto è chiaro...
Il luogo dell'incidente
BRESCIA

Investe passeggino e fugge: bimbo di 2 anni in coma

Il piccolo, che si trovava nel passeggino, è statao sbalzato a cinque metri di distanza
Donald Trump
USA

Impeachment, svelate le accuse contro Trump

Abuso di potere e ostruzione del Congresso gli articoli che verranno messi al voto. E' la terza volta nella storia del Paese