VENERDÌ 06 DICEMBRE 2019, 16:35, IN TERRIS

MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Mario Sossi durante il rapimento
Mario Sossi durante il rapimento
I

l suo fu uno dei primi casi a coinvolgere l'opinione pubblica nazionale sulle azioni delle Brigate Rosse, e il suo volto davanti allo stendardo con la stella a cinque punte, tumefatto sul lato destro, passò in breve tempo alla ribalta delle cronache, inaugurando la stagione della propaganda armata: è morto a Genova il giudice Mario Sossi, pubblico ministero nel processo contro la XXII Ottobre (gruppo terroristico responsabile, fra le altre cose, della rapina allo Iacp che si concluse con l'omicidio del commesso Alessandro Floris, nel 1971) e sequestrato il 18 aprile 1974 da un gruppo di circa venti brigatisti a bordo di numerose auto (una delle quali guidata da Mara Cagol), che lo rapirono mentre rincasava in Via Forte San Giuliano, a Genova. Fu il primo funzionario dello Stato a finire nel mirino delle Br, che in cambio della sua liberazione pretesero la liberazione di otto terroristi del gruppo debellato nel processo gestito da Sossi e il loro trasporto in un Paese amico (furono vagliate la Corea del Nord, l'Algeria e anche Cuba ma nessuno diede l'assenso all'asilo politico). Al rilascio degli otto della XXII Ottobre diede parere favorevole la Corte d'assise d'appello di Genova, il 20 maggio 1974, ma il procuratore generale Francesco Coco, magistrato e amico di Sossi, si rifiutò di controfirmare l'ordinanza, bloccando quindi la scarcerazione dei terroristi. La vicenda si risolse comunque pochi giorni dopo, il 23 maggio, quando il giudice venne rilasciato e, in solitaria, tornò in treno a Genova.


La rappresaglia

Un mese di sequestro in un villino, generalmente considerato il primo gesto delle Brigate rosse che andò a colpire direttamente lo Stato nelle vesti di uno dei suoi funzionari e che, nondimeno, diede per la prima volta un'idea della nuova organizzazione, ben più pericolosa, che i terroristi erano riusciti a mettere in piedi, capace di tessere trame complesse e violente. Il gesto del giudice Coco, che con fermezza rifiutò di rilasciare i terroristi come richiesto dalle Br, gli sarebbe costato la vita, ucciso due anni dopo (8 giugno '76) nel corso di un attentato a Genova, nel quale furono assassinati anche due membri della sua scorta. Dopo il rilascio, Sossi tornò operativo alla procura presso il tribunale di Genova, maturando in seguito un'esperienza anche alla Corte di Cassazione a Roma come presidente di sezione.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Billie Eilish
LOS ANGELES | USA

Grammy, Billie Eilish entra nella storia nella notte dedicata a Bryant

Alicia Keys, in onore di Kobe, ha improvvisato la canzone "It's So Hard to Say Goodbye to Yesterday"
Elezioni Emilia-Romagna
ELEZIONI REGIONALI

Calabria, vince la destra. L'Emilia-Romagna resta a sinistra

I commenti e le reazioni a caldo di tutte le forze politiche. Zingaretti: "Grazie sardine". Salvini: "Orgoglioso...
Alluvioni in Brasile
MINAS GERAIS

Alluvioni in Brasile: 44 vittime, 17mila sfollati

Il presidente Jair Bolsonaro ha assicurato che il suo governo sta facendo "tutto il possibile"
Kobe Bryant
LA TRAGEDIA

Addio Kobe Bryant, leggenda del basket

Il fuoriclasse del parquet e star dell'Nba è morto in un incidente con il suo elicottero. A bordo sua figlia e altre 7...
Roma-Lazio 1-1. Dzeko sovrasta Strakosha e porta in vantaggio i giallorossi - Foto © Twitter
SERIE A

Roma, derby amaro: con la Lazio è solo 1-1

I giallorossi dominano e vanno avanti con Dzeko ma un errore di Pau Lopez regala il pari ad Acerbi
Poliziotti
ROMA

Poliziotto si suicida in casa: è il settimo da inizio anno

Libero Sindacato di Polizia (Lisipo): "Sempre più vittime. Necessario un pool di psicologi"
Mandela Forum
GIORNO DELLA MEMORIA

Al Mandela Forum per non dimenticare la Shoah

L'eredità ideale e spirituale dei sopravvissuti all'Olocausto per 7 mila studenti degli istituti toscani
Azienda di moda
CATEGORIE

Uno, nessuno, centomila talenti

Da nord a sud le iniziative di promozione dei settori e delle competenze made in Italy. Il ruolo della Camera di Commercio di...
Un frame del video
RAGAZZINE VIOLENTE

Casoria: Baby Gang al femminile picchia amichetta

Il video dell'aggressione di gruppo ha sollevato un caso ed è diventato virale
Capodanno cinese a Roma in una passata edizione
VIRUS CINA

Oms: "In Vietnam primo caso di contagio non importato"

Salito a 56 il bilancio delle vittime. Annullati festeggiamenti del Capodanno a Milano e Roma
Affluenza alle urne
REGIONALI

Affluenza in crescita alle urne

Rispetto all'ultima tornata, le elezioni richiamano al voto il doppio delle persone in Emilia-Romagna. Forte aumento anche in...
Il materiale sequestrato
TORINO

Clan favoriva l'immigrazione di islamici radicali

Il gruppo aveva come leader un tunisino 40enne, rimpatriato
Papa Francesco e Padre Gonzalo Aemilius
NOMINA IN VATICANO

Un prete di strada accanto a Francesco

Padre Gonzalo Aemilius, del clero di Montevideo, è il nuovo segretario personale del Papa
Papa Francesco all'Angelus
ANGELUS

"Fidiamoci della parola di Cristo che cambia il mondo e i cuori"

Nei saluti, il Papa ha ricordato l'anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau
Film Festival
CINEMA

Festival "Italia in the World": lunedì la presentazione

Promossa da Italiani nel mondo, la IV edizione è dedicata all'Australia
La scheda elettorale per le Regionali con i candidati dell'Emilia Romagna
GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Regionali in Emilia-Romagna e Calabria: 5 mln al voto

Scontro tra Bonaccini (Pd) e Borgonzoni (Lega) e, al Sud, tra Santelli (centro destra) e Callipo (Pd)