MERCOLEDÌ 01 APRILE 2015, 009:44, IN TERRIS

DELRIO BRUCIA TUTTI, SARA' IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE

Renzi ha deciso, oggi proporrà il suo fedelissimo a Mattarella. Ma c'è da giocare la partita delle deleghe

LUCA LA MANTIA
DELRIO BRUCIA TUTTI, SARA' IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
DELRIO BRUCIA TUTTI, SARA' IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
Matteo Renzi ha deciso: sarà Graziano Delrio il nuovo ministro delle Infrastrutture dopo le dimissioni di Maurizio Lupi. L'indiscrezione è stata riportata da Repubblica ed è stata confermata da autorevoli fonti di governo. In giornata il premier si recherà al Colle per proporre la nomina del suo fedelissimo a Sergio Mattarella. Renzi deve scegliere se, contestualmente, procedere assieme al capo dello Stato a riempire anche l'altra casella rimasta libera, cioè gli Affari Regionali, dopo l'addio di Maria Carmela Lanzetta. C'è poi da risolvere il problema delle deleghe attualmente detenute da Delrio a Palazzo Chigi, a partire dalla segreteria del Consiglio dei ministri e dalla gestione dei fondi europei.

Con Delrio al Mit il ruolo di numero due del premier potrebbe essere assunto da Luca Lotti, un altro pretoriano, che però perderebbe le attuali deleghe, tra cui quella all'editoria. In alternativa ci sarebbe Matteo Richetti che potrebbe riequilibrare il quadro, visto che con Delrio al Mit il governo sarebbe sbilanciato a favore della corrente di Renzi.  Non è esclusa una redistribuzione di deleghe fra gli attuali sottosegretari Chigi e il ministro Maria Elena Boschi che già ha la responsabilità dell'attuazione del programma del Governo. Si tratta comunque di scelte interne al Giglio magico che non destano preoccupazione a palazzo Chigi.

Più complicata la partita per gli Affari Regionali. Renzi lo ha offerto a Ncd a "compensazione" delle Infrastrutture ma ha chiesto di indicare una donna, per non ridurre ancora di più la "quota rosa" dell'esecutivo già ridimensionata dalla staffetta Mogherini alla Farnesina. Angelino Alfano e i neocentristi, almeno finora, hanno opposto l'indicazione di un solo nome, maschile: Gaetano Quagliariello. Con la richiesta di assegnare a questo ministero la coesione territoriale e i fondi Ue gestiti finora da Delrio. Nodi da sciogliere in giornata, con Renzi determinato ad insediare comunque il nuovo ministro delle Infrastrutture entro Pasqua.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau