SABATO 20 SETTEMBRE 2014, 10:00, IN TERRIS

Piattaforme petrolifere nel mare siciliano. Insorgono gli ambientalisti

Greenpeace, Legambiente, Wwf e altri hanno presentato un ricorso al Tar del Lazio contro il decreto del Ministro Galletti che garantisce la compatibilità ambientale del progetto Ibleo

GIULIA CAPOZZI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Piattaforme petrolifere nel mare siciliano. Insorgono gli ambientalisti
Piattaforme petrolifere nel mare siciliano. Insorgono gli ambientalisti
[cml_media_alt id='5833']triv2[/cml_media_alt]

Gli ambientalisti lanciano l'allarme sul progetto Offshore Ibleo, presentato dall'Eni, che mira a realizzare due piattaforme petrolifere e un oleodotto a largo della costa siciliana, tra Gela e Licata. Un'operazione che, secondo Greenpeace, Wwf, Legambiente insieme a Lupu Birdlife, Italia Nostra, Touring Club Italia ed altre associazioni, "va contro il dettato costituzionale, emargina gli enti locali e inibisce la partecipazione dei cittadini”, portando profitti “solo alle compagnie petrolifere e rappresentando un rischio inaccettabile per ambiente, economia e benessere delle località costiere". Il problema sollevato è, dunque, quello della compatibilità ambientale del piano che, tuttavia, è stata sancita da decreto n. 149/14 del ministro Gianluca Galletti. Provvedimento contro il quale le associazioni hanno presentato un ricorso al Tar Lazio.

“E’ la prima volta che un fronte così ampio di schiera compatto contro le trivellazioni off-shore – spiegano le organizzazioni ecologiste in una nota congiunta – confermando che la tutela del mare e la volontà di seguire una strada ben diversa da quella fossile è una priorità non solo degli ambientalisti, ma una necessità anche per le amministrazioni locali e per chi rappresenta attività economiche fondamentali per il Paese, come il turismo e la pesca”.

Al ricorso seguirà una campagna di sensibilizzazione. L'obbiettivo è quello di creare un movimento che stoppi quello che viene definito un "piano folle" che mira a "trivellare i nostri mari per estrarre gas e petrolio che basterebbero all’Italia solo per pochi mesi”. Il presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando, si è detto “particolarmente soddisfatto” della mobilitazione:. “I comuni maggiormente interessati hanno accolto l’invito lanciato dalla nostra Associazione, aderendo numerosi e compatti ad un’iniziativa in difesa del Mediterraneo, e in particolare delle coste dell’Isola siciliana”. Alla campagna, tra i tanti vip, ha aderito anche Luca Zingaretti, che conosce bene il Canale di Sicilia in quanto proprio lì, da anni, si gira la fiction di cui è protagonista: il commissario Montalbano.

 

 
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Inquinamento in una città italiana
DATI EUROPEI

Rapporto choc: l'Italia primo Paese dove si muore per inquinamento

Tassi altissimi al nord. Torino più inquinata di Parigi
San Giovanni Paolo II abbraccia un bambino
INAUGURAZIONE

In Spagna la famiglia secondo Karol Wojtyla

Aperta la nuova sezione del Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II a Madrid
16 ottobre 1943: il rastrellamento del ghetto di Roma
ANTISEMITISMO

Shoah, Raggi: "Roma non dimentica"

Oggi si commemora il rastrellamento del Ghetto avvenuto il 16 ottobre 1943
Ordinazione sacerdotale in Vaticano
LATINA-TERRACINA-SEZZE-PRIVERNO

Una lampada itinerante per le vocazioni

L'icona di una Madonna con il Bambino della famiglia di santa Maria Goretti accompagna il pellegrinaggio
Bus incidentato (immagine di repertorio)
VIA CASSIA

Bus si schianta contro un albero: 10 feriti

Il mezzo è finito fuori strada, ancora ignote le cause dell'incidente
La nave Ocean Viking in porto
PUGLIA

Ocean Viking: sbaracati a Taranto 176 migranti

Mons. Santoro: "Oggi fortunatamente possiamo parlare di vita e non di morte"
Chiara Lubich
FRASCATI

Chiara Lubich: si chiude la fase diocesana di beatificazione

Lo studio degli atti proseguirà presso la Congregazione delle cause dei santi
Spaccio
NUOVE MISURE ANTI-TRAFFICANTI

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio
Liechtenstein-Italia 0-5. Bernardeschi festeggiato dai compagni dopo la rete del vantaggio - Foto © Twitter
QUALIFICAZIONI EURO 2020

Italia, pokerissimo al Liechtenstein e filotto da record

Mancini come Pozzo: nove successi di fila. A Vaduz è 5-0: doppietta di Belotti, a segno Bernardeschi, ElSha e Romagnoli
La corona di fiori gettata in acqua da Paa Francesco
MIGRANTI

Naufragio a Lampedusa, localizzati dodici corpi

Il barchino affondato la scorsa settimana è a 60 metri di profondità. Tra i corpi, anche un bimbo abbracciato alla...
Alcuni dei gesti più emblematici nella storia recente dello sport. In basso, lo stadio di Pyongyang vuoto
CASI STORICI

Sport e politica, un binomio complicato

Dal saluto militare turco alle proteste olimpiche, fino al match fantasma tra le Coree: gesti clamorosi che, nel bene o nel male,...
Don Oreste Benzi
FEDE

Don Benzi sulla strada della beatificazione

Si è chiuso il processo diocesano sul sacerdote Servo di Dio. La gioia della Comunità Papa Giovanni XXIII:...