VENERDÌ 03 LUGLIO 2015, 12:37, IN TERRIS

CPL CONCORDIA: NUOVI ARRESTI, INDAGATO EX SENATORE DELL'ANTIMAFIA

Otto misure cautelari sono state eseguite dai Carabinieri del Noe. Divieto di dimora per Lorenzo Diana: "Mi sembra di essere su Scherzi a Parte"

LUCA LA MANTIA
CPL CONCORDIA: NUOVI ARRESTI, INDAGATO EX SENATORE DELL'ANTIMAFIA
CPL CONCORDIA: NUOVI ARRESTI, INDAGATO EX SENATORE DELL'ANTIMAFIA
I Carabinieri del Noe hanno eseguito otto misure cautelari, di cui sei arresti, nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Napoli sui rapporti con il clan dei Casalesi relativi ad appalti per la metanizzazione in diversi comuni del Casertano. Ad essere coinvolti sono anche quattro manager della Cpl Concordia e due imprenditori. In particolare in carcere è finito Roberto Casari, ex presidente della Cpl Concordia, già ai domiciliari per la vicenda degli appalti di Ischia; gli imprenditori casertani Antonio Piccolo e Claudio Schiavone e Giuseppe Cinquanta, romano, responsabile commerciale Cpl per Lazio, Campania e Sardegna dal 1997 al 2005.

Ai domiciliari sono invece finiti Giulio Lancia, di San Vincenzo Valle Roveto (L'Aquila), responsabile di cantiere e capo commessa della Cpl Concorda Bacino Campania dal 2000 al 2003 e Pasquale Matano, della provincia di Caserta, in qualità di responsabile di esercizio della Cpl distribuzione. In particolare, i quattro manager di Cpl Concordia sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa per essersi accordati con clan della camorra dei Casalesi, in particolare con i reggenti delle cosche Schiavone e Zagaria, che gestivano l'affare della metanizzazione nell'agro aversano.

Secondo l'accusa avrebbero ricevuto dai clan sostegno di vario tipo: tra l'altro, la camorra avrebbe costretto i titolari della Eurogas, società già assegnataria della convenzione con tre comuni, a cederla gratuitamente alla Cpl Concordia. Piccolo e Schiavone, invece, sono indagati per associazione mafiosa con il ruolo, secondo l'accusa, di aver curato gli interessi del clan Zagaria in relazione agli appalti per la metanizzazione del casertano.

Tra gli indagati c'è anche l'ex parlamentare e componente della Commissione Antimafia Lorenzo Diana, che è stato sottoposto a divieto di dimora. Nell'ordinanza gli viene contestato il reato di abuso di ufficio ed è indagato dalla Dda anche per concorso esterno in associazione mafiosa per gli appalti alla Concordia. "Non ho letto ancora il provvedimento e cosa mi si addebita - ha commentato l'interessato -. Mi sembra di essere tra un sogno e Scherzi a parte".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Serie A, 17ma giornata
CALCIO | SERIE A

L'Inter cade con l'Udinese, Napoli solo in vetta

Gli azzurri vincono 3-1 in trasferta. I nerazzurri cadono a San Siro, primo ko di Spalletti
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia