VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2015, 001:30, IN TERRIS

CONFINDUSTRIA PIU' OTTIMISTA DEL GOVERNO: "CRESCITA DELL'1% NEL 2015"

L'associazione di categoria guidata da Squinzi ha rivisto in positivo le stime. Pil al +1,5% nel 2016

REDAZIONE
CONFINDUSTRIA PIU' OTTIMISTA DEL GOVERNO:
CONFINDUSTRIA PIU' OTTIMISTA DEL GOVERNO: "CRESCITA DELL'1% NEL 2015"
A essere più ottimisti di Matteo Renzi ce ne vuole. Eppure le stime di Confidustria sulla crescita economica del Paese battono persino quelle del governo. Secondo l'associazione di categoria guidata da Giorgio Squinzi il Pil dovrebbe attestarsi all'1% nel 2015 (rispetto al +0,8% stimato a giugno) e dell'1,5% nel 2016. Nel biennio 2015-2016 gli occupati aumenteranno di quasi mezzo milione. Per Squinzi "il clima sta cambiando" e l'Italia può puntare a "riprendere un cammino di crescita di almeno il 2%". Un ritorno a ritmi sostenuti di crescita che "confidiamo questo governo possa darci e molto ci aspettiamo dalla legge di Stabilità".

Il recupero dell'economia, comunque, resta "fragile e modesto". Per consolidare la ripresa occorrono, secondo gli industriali, "interventi decisi e solerti" da inserire nella manovra in cantiere. La risalita dell'economia - fanno notare dal Csc - è sostenuta soprattutto da fattori esterni particolarmente favorevoli: bassi prezzi del petrolio, tassi d'interesse e cambio dell'euro. L'analisi della situazione attuale - hanno osservato gli economisti del Centro Studi di viale dell'Astronomia - suggerisce che in questo momento il Paese risplende più di luce riflessa che per meriti propri.

Gli industriali chiedono, in particolare, di agire sull'Irap e di rendere permanente la decontribuzione per le nuove assunzioni a tempo indeterminato. Le misure sul lavoro, dagli sgravi al Jobs Act, del resto hanno portato quasi due imprese su cinque ad assumere in modo stabile nel 2015. Perchè "con i giusti incentivi - ha assicurato il Csc - l'Italia reagisce".

Tornando alle previsioni contenute negli ultimi scenari economici, il Csc a previsto che la spesa delle famiglie tornerà a crescere a partire da quest'anno (+0,9%) per poi accelerare nel 2016 (+1,5%). E torneranno ad aumentare, dopo la profonda caduta negli anni di crisi, anche gli investimenti con un +1,2% nel 2015 e un più sostanzioso +2,7% nel 2016. Pronto a ripartire, poi, il credito alle imprese: nei primi sette mesi del 2015 si è sostanzialmente fermata la caduta dei prestiti alle aziende italiane. Resterà bassa l'inflazione ma il rischio deflazione viene scongiurato. Quest'anno i prezzi al consumo segneranno un +0,2% per poi portarsi nel 2016 a +0,7%.

Prosegue il miglioramento dei conti pubblici. Il deficit pil scenderà quest'anno al 2,8% e nel 2016 calerà al 2,1%. Quanto al debito pubblico, il Csc ha stimato che si attesterà al 133% del Pil nel 2015 e al 132,6% nel 2016 quando inizierà il rientro. Buone notizie anche sul fronte del fisco: la pressione fiscale scenderà al 43,6% del Pil nel 2015 e al 43,3% nel 2016, toccando il livello più basso dal 2011.
Anche se il biennio 2015-2016 si chiuderà con la creazione di quasi mezzo milione di posti di lavoro, l'emergenza non è finita. Nonostante la risalita dell'attività economica e un recupero dell'occupazione superiore alle previsioni, a quasi otto milioni di persone manca il lavoro in tutto o in parte.
Nel 2015 il tasso di disoccupazione scenderà al 12,2% dal 12,7% del 2014. Il calo proseguirà nel 2016 con un tasso all'11,8%.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"