VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2015, 14:30, IN TERRIS

COLOSSEO CHIUSO PER ASSEMBLEA SINDACALE, FRANCESCHINI: "LA MISURA E' COLMA"

Serrati anche i Fori e i principali siti archeologici di Roma. Il ministro: "Inserire i beni culturali tra i servizi pubblici essenziali"

AUTORE OSPITE
COLOSSEO CHIUSO PER ASSEMBLEA SINDACALE, FRANCESCHINI:
COLOSSEO CHIUSO PER ASSEMBLEA SINDACALE, FRANCESCHINI: "LA MISURA E' COLMA"
"La misura è colma. Ora basta". Dario Franceschini sbotta dopo la chiusura del Colosseo e dei principali siti archeologici della Capitale per un'assemblea sindacale. "Proprio nel momento in cui la tutela e la valorizzazione dei beni culturali sono tornate dopo anni al centro dell'azione di governo - ha spiegato il ministro dei Beni Culturali - proprio mentre i dati del turismo sono tornati straordinariamente positivi, proprio mentre Expo e Giubileo portano ancora di più l'attenzione del mondo sull'Italia, proprio mentre io sono come ministro impegnato nelle discussioni preparatorie per la legge di stabilità a cercare di portare più risorse per la cultura e per il personale del ministero, una nuova assemblea sindacale, questa volta al Colosseo a ai più importanti siti archeologici di Roma, fa restare turisti in fila davanti agli occhi di tutto il mondo".

Franceschini ha aggiunto che "il buonsenso nell'applicare regole e nell'esercitare diritti, evidentemente non basta più per evitare danni al proprio Paese. Per questo abbiamo concordato questa mattina con il presidente Renzi che al Consiglio dei Ministri di questo pomeriggio, proporrò una modifica legislativa che consenta di inserire anche i Musei e i luoghi della cultura aperti al pubblico tra i servizi pubblici essenziali".

Sulla vicenda che ha creato disservizi e proteste tra i turisti, è intervenuto anche Roberto Alesse, presidente dell`Autorità di garanzia per gli scioperi, il quale ha spiegato che la chiusura ai visitatori dei principali siti archeologici della Capitale questa mattina, "motivata da un`assemblea sindacale (peraltro regolarmente convocata)", porta, ancora una volta, alla ribalta l`urgenza di ricomprendere la fruizione dei beni culturali tra i servizi pubblici essenziali. Proprio ieri è iniziata in Senato la discussione dei disegni di legge di modifica alla legge sul diritto di sciopero, sollecitata dallo stesso Governo, ed è mio auspicio che, in quella sede, si ragioni con rigore e serietà anche di questo tema". Secondo il Garante, "lasciare la fruizione del nostro patrimonio culturale fuori dai servizi pubblici vuol dire continuare a dare una pessima immagine del Paese ai cittadini e ai milioni di turisti che quotidianamente scelgono di vistare le nostre città".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'accusa nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...
Emmanuel Macron durante il summit (foto di ansa.it)
CLIMA

Macron: "Stiamo perdendo la battaglia"

Il presidente francese ha aperto lo "One Planet Summit" di Parigi. "Non dobbiamo sbagliare"
Rex Tillerson
CRISI COREANA

Tillerson apre a Pyongyang

Il segretario di Stato: "Disponibili a colloqui ma serve un periodo di tranquillità"
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo