MERCOLEDÌ 08 LUGLIO 2015, 10:01, IN TERRIS

CASO AZZOLLINI: STASERA IL VOTO DELLA GIUNTA PER LE IMMUNITA'

Il presidente Stefano ha chiesto di autorizzare l'arresto. Giovanardi: "Da questa decisione può dipendere la legislatura"

FRANCESCO VOLPI
CASO AZZOLLINI: STASERA IL VOTO DELLA GIUNTA PER LE IMMUNITA'
CASO AZZOLLINI: STASERA IL VOTO DELLA GIUNTA PER LE IMMUNITA'
Giornata decisiva per decidere sul caso Azzollini, il senatore di Ncd per il quale è stato chiesto l'arresto in relazione all'indagine sul crac sulle Case della Divina Provvidenza. Ieri il presidente della Giunta per le Immunità di Palazzo Madama, Dario Stefano, ha proposto di concedere l'autorizzazione nel voto che si svolgerà oggi. "La richiesta di rinvio - ha spiegato Stefano - è stata avanzata da alcuni gruppi ed è stata approvata all'unanimità". La nuova riunione si terrà stasera alle 20. "Abbiamo deciso di non votare entro stasera (ieri ndr) - ha sottolineato Carlo Giovanardi - perché non può essere un linciaggio. E' già una profonda infamia quella che si sta perpetrando ai danni del senatore Azzollini, pertanto almeno sui tempi della discussione in Giunta non volevamo ci fossero forzature. Da questa decisione può dipendere anche la tenuta della legislatura".

Critico con la proposta avanzata dal presidente e relatore Dario Stefano di dire sì alla richiesta di autorizzazione all'arresto di Azzollini arrivata dai magistrati di Trani, è stato il senatore di Forza Italia, Lucio Malan. "La relazione di Stefano - spiega - ci è sembrata eccessivamente ristretta. Si è concentrato solo su due punti e per di più, secondo lui, non c'è fumus persecutionis da parte dei magistrati". "Per noi, invece, il fumus persecutionis - insiste Malan - c'è eccome. Il quadro che emerge dall'ordinanza dei gip di Trani, infatti, e' assolutamente impalpabile. Non ci sono le condizioni per arrivare all'arresto di Azzollini e, soprattutto, si basa su testimonianze che si sono rivelate inattendibili. Pertanto, a nostro avviso, ci sarebbe ancora molto da discutere".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau