MERCOLEDÌ 27 MARZO 2019, 23:24, IN TERRIS


ALTA VELOCITÀ

Caos Tav, tra finanziamenti e il no al referendum

Chiamparino: "L'opinione dei cittadini fa paura". Salvini: "Andrei a votare domattina". Intanto dalla Regione: "L'Ue finanzierà il 50%"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Sergio Chiamparino e Matteo Salvini
Sergio Chiamparino e Matteo Salvini
"B

occiata" la proposta del Piemonte: non ci sarà nessun referendum sulla Tav. A riferirlo è lo stesso presidente della Regione, Sergio Chiamparino: "Ho ricevuto la risposta del ministro Salvini con la quale non si autorizza lo svolgimento della consultazione popolare, prevista dall'articolo 86 dello statuto regionale. Evidentemente l'opinione dei cittadini fa paura". Una delusione per Chiamparino che, a ogni modo, ringrazia il ministro Salvini, pur specificando che, "valutando degna di considerazione la nostra proposta, fa riferimento a un non meglio precisato quadro legislativo nazionale e regionale che non contemplerebbe tale accorpamento". Il presidente del Piemonte, però, precisa che "in assenza però di riferimenti normativi precisi,ritengo che semplicemente non si sia voluta esprimere la volontà politica di far pronunciare i cittadini, trovando le modalità tecniche per farlo senza costi aggiuntivi per la comunità, su un tema così importante per il Piemonte come quello della Tav".


Finanziamenti europei

Sul tema della consultazione popolare ha replicato immediatamente il vicepremier Salvini, il quale ha spiegato che "Chiamparino non capisce o fa finta di non capire. Il referendum sul Tav non posso convocarlo, ma andrei a votare domani mattina. La responsabilità è della Regione. Sono Chiamparino, il Pd e la sinistra a non averlo reso possibile. Era potere di Chiamparino prevederlo ma non l'ha fatto. Convochi la consultazione, se è certo di conoscere norme che lo consentono". Il tutto in una giornata in cui l'assessore ai Trasporti del Piemonte, Francesco Balocco, aveva rivelato che i finanziamenti per l'alta velocità Torino-Lione sarebbero arrivati per il 50% dall'Unione europea: "Lunedì è stato deciso dall'Unione Europea che i finanziamenti relativi alla prossima programmazione per il Corridoio mediterraneo nell'ambito dei progetti per l'interoperabilità, la decarbonizzazione e la digitalizzazione saranno pari al 50%. Notizia importante che vale anche per la Torino-Lione - sostiene - e conferma quanto anticipato nei mesi scorsi".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Stabilimento balneare
NUMERI IN CRESCITA

Italia 2019: l’estate con più stabilimenti balneari

Quasi 7 mila impianti in attività per il boom turistico nei litorali. Le preoccupazioni di Legambiente
Colosseo
L'ANALISI

Record di imprese a Roma

In tutte le regioni italiane il trimestre si è chiuso con il segno positivo. Le radici pontificie del primato della...
I cinque migranti tentano di raggiungere Lampedusa a nuoto
MIGRANTI

Open Arms, in cinque si gettano in mare

Tentativo di raggiungere a nuoto Lampedusa: tutti recuperati. La Spagna offre un porto ma l'equipaggio dice no: "Troppo...
Il giovane padre investito
CASTEL VOLTURNO

Pirata della strada ubriaco investe e uccide un passante

L’incidente mentre l’uomo attraversava la strada. Il conducente del veicolo, un Suv, è ora al carcere di Santa...
MIGRANTI

Open Arms, i minori non accompagnati sono sbarcati

Conte scrive a Salvini. Il ministro dell'Interno: "Tua decisione rischia di diventare un precedente"
ALLARME EPIDEMIA

Strage di maiali in Asia

5 milioni di animali uccisi dalla peste suina. La malattia arriva dall’Africa e senza prevenzione non potrà essere...