GIOVEDÌ 16 APRILE 2015, 001:30, IN TERRIS

CAOS PD SULL'ITALICUM, SPERANZA SI DIMETTE DA CAPOGRUPPO

Renzi chiede di votare il testo senza modifiche, Bersani: "Non ci sto". Area riformista lascia l'assemblea

DANIELE VICE
CAOS PD SULL'ITALICUM, SPERANZA SI DIMETTE DA CAPOGRUPPO
CAOS PD SULL'ITALICUM, SPERANZA SI DIMETTE DA CAPOGRUPPO
L'assemblea Pd convocata per decidere sull'Italicum si trasforma in uno strappo che rischia di essere irrimediabile. Roberto Speranza annuncia le dimissioni da capogruppo alla Camera e la minoranza di Area Riformista decide di lasciare l'assemblea durante i lavori. "Sono qui per chiedere che l'assemblea del gruppo confermi la linea che la direzione ha dato" ha detto Matteo Renzi durante il suo intervento, chiedendo l'ok senza modifiche al testo. La volontà del premier è "chiudere la discussione sulla legge elettorale in modo definitivo". "Oggettivamente la mediazione sulla legge elettorale c'è stata ed è in linea con il dibattito interno al Pd - ha detto Renzi - Ora la nostra discussione deve essere depurata da toni di Armageddon".

A contestare la linea imposta dal segretario è stato anche Pierluigi Bersani."Qui non si parla di legge elettorale bensì di un sistema democratico - ha spiegato prendendo la parola - se volete andare avanti sappiate che io non sono convinto". Alla finestra ci sono Forza Italia, Sel e Lega che, attraverso una lettera a Sergio Mattarella, hanno chiesto di scongiurare la fiducia sull'Italicum che equivarrebbe a un golpe e a un gravissimo strappo costituzionale. "La nostra iniziativa, e quella di altre forze di opposizione - ha detto Arturo Scotto di Sinistra Ecologia e Libertà - non è un modo di tirare per la giacchetta il Capo dello Stato, ma un appello perché si garantisca un libero dibattito parlamentare senza forzature e scorciatoie dal sapore autoritario". "Abbiamo già vissuto momenti difficili in questa legislatura - ha proseguito - come lo strappo della seduta fiume sulle riforme costituzionali e l'abbandono dell'Aula da parte delle opposizioni. Oggi lo diciamo preventivamente: il governo eviti strappi gratuiti che rischiano di segnare un punto di non ritorno.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Serie A, 17ma giornata
CALCIO | SERIE A

L'Inter cade con l'Udinese, Napoli solo in vetta

Gli azzurri vincono 3-1 in trasferta. I nerazzurri cadono a San Siro, primo ko di Spalletti
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia