MARTEDÌ 07 LUGLIO 2015, 12:06, IN TERRIS

CAOS ELLENICO, IL FMI: "RISCHIO DI IMPATTO SOSTANZIALE SULL'ITALIA"

Il Fondo: "Possibili effetti sulla fiducia ma è escluso un contagio nel breve termine". Uscita dalla crisi ancora lenta

AUTORE OSPITE
CAOS ELLENICO, IL FMI:
CAOS ELLENICO, IL FMI: "RISCHIO DI IMPATTO SOSTANZIALE SULL'ITALIA"
Gli avversi sviluppi in Grecia, se non combattuti con una forte risposta politica da parte dell'Europa, potrebbero "avere un sostanziale impatto sull'Italia, tramite effetti sulla fiducia, anche se l'esposizione diretta è limitata", come lo sono i "rischi di contagio nel breve termine". Lo sostiene la relazione del Fondo monetario internazionale, secondo la quale nonostante la nostra economia stia "emergendo gradualmente da una prolungata recessione la ripresa è ancora fragile". Il Fmi loda, in ogni caso, le autorità italiane per le "azioni politiche coraggiose che, insieme con le azioni a livello europeo (il piano di allentamento monetario della Banca centrale europea e la maggiore flessibilità data dal Patto di stabilità e crescita, ndr) hanno contribuito al rilancio dell'economia italiana e hanno migliorato la fiducia". E tuttavia "le prospettive di medio termine siano tenute a freno da colli di bottiglia strutturali, alta disoccupazione, bilanci deboli e un debito pubblico elevato".

Per questo, spiega l'Fmi, serve affrontare queste sfide, cosa che "richiede la piena implementazione degli sforzi delle politiche e di ampie riforme strutturali". Per il Fondo bisogna "costruire sui molti risultati ottenuti nell'ultimo anno". Secondo i direttori esecutivi dell'istituto di Washington - le cui visioni vengono riassunte dal direttore generale Christine Lagarde e così inviate alle autorità a Roma - il focus deve essere "sull'aumento della produttività, sul rafforzamento della salute finanziaria delle banche e delle aziende e su un consolidamento fiscale che facilita la crescita".

Nei documenti diffusi - incluso il rapporto messo a punto dallo staff di esperti inviato in Italia - vengono riportate le stesse stime di crescite fornite il 18 maggio scorso. Il Pil è visto in espansione dello 0,7% quest'anno, lo 0,2% in più rispetto ai calcoli di aprile contenuti nel World Economic Outlook diffuso nell'ambito degli Spring Meetings. Per il 2016 il Pil è atteso in rialzo dell'1,2%, lo 0,1% in più rispetto alla precedente stima. Difficilmente l'aggiornamento del WEO che verrà diffuso giovedì 9 luglio conterrà stime differenti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma