MERCOLEDÌ 16 MARZO 2016, 18:00, IN TERRIS

BASSOLINO NON MOLLA: RICORSO ALLA COMMISSIONE NAZIONALE

L'ex governatore campano chiede di rivotare nei seggi contestati. Ma Renzi ha deciso: il candidato Pd resta la Valente

FRANCESCO VOLPI
BASSOLINO NON MOLLA: RICORSO ALLA COMMISSIONE NAZIONALE
BASSOLINO NON MOLLA: RICORSO ALLA COMMISSIONE NAZIONALE
Antonio Bassolino non molla e ha presentato ricorso alla commissione nazionale del Pd per chiedere di rivotare nei seggi contestati. Lo ha annunciato l'ex sindaco di Napoli su Facebook. Una mossa che, probabilmente, non sortirà gli effetti sperati da Bassolino. Per il Nazareno il capitolo si è chiuso con la pubblicazione dei risultati ufficiali: il candidato sindaco di Napoli è Valeria Valente. Punto. Ma l'ex governatore può diventare un grattacapo da non sottovalutare considerato il bacino di elettori che porta in dote. E quindi Matteo Renzi dovrà lavorare per far rientrare il caso senza strappi capaci di portare via voti alla coalizione di centrosinistra che sosterrà la Valente.

Ma come fare? Bassolino continua a sentirsi vittima di una congiura e difficilmente farà marcia indietro. Il rischio è che si candidi con una sua lista, in grado di attrarre le preferenze di chi non si riconosce nel nuovo corso dem. E di questi tempi, dopo l'exploit di D'Alema, si tratta di un'ipotesi concreta.

Il caso è iniziato dopo che il sito Fanpage.it ha pubblicato un video in cui si vedevano esponenti del Pd vicini alla Valente distribuire denari agli elettori per farli votare. Un "mercimonio disgustoso" secondo Bassolino che ha già presentato due ricorsi (entrambi bocciati) per chiedere di replicare le primarie nelle sedi incriminate. Ieri, sempre, su Facebook l'ex governatore campano ha scritto: "Napoli 2011: annullate le primarie. Liguria 2015: annullate le votazioni in 13 seggi. Napoli 2016: si torni a votare nei seggi contestati". Parole che non preludono niente di buono per Renzi. Dopo Roma anche Napoli è a rischio.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"