LUNEDÌ 25 MARZO 2019, 10:00, IN TERRIS


ELEZIONI REGIONALI

Centrodestra: trionfo anche in Basilicata

Dopo 24 anni, centrosinistra battuto. Vito Bardi nuovo presidente: "Abbiamo scritto la storia"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Berlusconi e Bardi brindano
Berlusconi e Bardi brindano
S

Con il 42,25%, secondo i dati provvisori in attesa delle ultime decine di sezioni da spogliare, Vito Bardi, candidato del centrodestra, è ormai certo di essere il nuovo presidente della Basilicata. Seguono Carlo Trerotola del centrosinistra al 32,86%, Antonio Mattia del Movimento 5 stelle con il 20,6% e Valerio Tramutoli di "Basilicata possibile" al 4,29%. M5s primo partito con il 20,53%, seguito dalla Lega con il 18,82%. Forza Italia è al 9,1%, Fdi al 5,95%, il Pd all'8,19%. La Regione va dunque al centrodestra dopo 24 anni di ininterrotti governi di centrosinistra: dal 1995. 


La reazione dei vincitori

"Abbiamo scritto la storia: la Basilicata è pronta per il cambiamento. Chiamerò Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni per fare una grande festa", esulta Bardi. "Al primo posto nell'agenda c'è il lavoro - afferma poi l'ex generale della Guardia di finanza, indicato come candidato da Forza Italia -. I giovani saranno presenti e dovranno avere opportunità in questa terra. Trasparenza, meritocrazia e legalità saranno al centro. La regione è di tutti e io sarà il presidente di tutti". "GRAZIE! La Lega in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata! 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l'Europa", scrive su Facebook il vicepremier e segretario della Lega, Matteo Salvini.


La delusione degli sconfitti

Amaro il commento del candidato del M5s Antonio Mattia: "C'è un dato positivo per il movimento, ma la delusione personale resta. Spero che il neo governatore lavori nell'interesse dei lucani e non di Berlusconi, anche se non ci credo: la nostra guardia sarà alta, perché questo è il peggior centrodestra di sempre". Dal canto suo il candidato di centrosinistra Trentola si congratula con il vincitore: "Farò opposizione, lo devo ai cittadini".


Il voto

Qui le regionali hanno assunto l'aspetto comune anche all'Abruzzo e alla Sardegna: un banco di prova per il governo lega-pentastellato, l'ennesimo test per capire a che punto siano le due forze di maggioranza e, soprattutto, a quanto ammonti in termini di percentuali la risalita di quelle d'opposizione, Pd in testa. A partire dalle 7 i seggi elettorali sono stati aperti, pronti ad accogliere i 573.790 chiamati a dire la propria in 681 sezioni, fino alle 23 di questa sera. Chiusi i seggi, inizierà immediatamente lo spoglio. In Basilicata c'è una roccaforte, quella del Centrosinistra, che siede sulla poltrona del governatorato dal 1995, quasi un quarto di secolo. Da Dinardo a Piettella (eletto nel 2013 e dimesso nel 2019, dopo la sospensione di un anno prima per effetto della Legge Severino, fino a ritirarsi dalla corsa alle regionali), resta da capire se il candidato Carlo Trerotola e le sue 7 liste saranno in grado di raccoglierne l'eredità riuscendo a far dimenticare le controversie giudiziarie sulla sanità. L'affluenza è stata del 13,31% l'affluenza alle ore 12. La provincia con la percentuale più alta è quella di Potenza (13,42%, 21,13% a Potenza città). In provincia di Matera ha votato il 13,08% (il 15,36% a Matera città). Alle 23 si è attestata al 47,28%, secondo i dati comunicati sul sito del Viminale che riguardano 74 comuni su 131.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Teste di cuoio
LOURDES

L'ex militare si arrende alla polizia

L'unica ferita è l'ex compagna dell'uomo: raggiunta da un colpo di arma da fuoco
L'Ilva di Taranto
ILVA

Si dimettono i commissari straordinari

Lettera recapitata al Mise. Di Maio: "Grazie per il lavoro svolto, inizia fase due"
Luigi Di Maio
25 APRILE

Di Maio attacca: "Chi lo nega era anche a Verona"

Il vicepremier critico: "Coloro che negano la festa della Liberazione passeggiavano con gli antiabortisti"
Simbolo Eurostat
COMUNITÀ EUROPEA

Eurostat: debito in crescita nel 2018

Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017
Armando Siri
IL CASO

Siri, Salvini: "Giudici facciano in fretta"

Il vicepremier: "Si è colpevoli solo con condanna". Morra: "Intollerabile presenza nel governo"
Coltello
ROMA

Gli vede il crocifisso al collo, tenta di sgozzarlo

Il fatto alla vigilia di Pasqua vicino la stazione Termini. Marocchino l'aggressore