VENERDÌ 22 GIUGNO 2018, 10:42, IN TERRIS


LAMEZIA TERME (CZ)

Assumono falsi invalidi per incassare fondi Ue: 8 denunce

Fra loro, anche quattro funzionari della Regione Calabria

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Falso inivalido
Falso inivalido
A

ssumono falsi invalidi in un call center catanzarese per poter incassare in modo fraudolento fondi europei. Il gruppo della Guardia di finanza di Lamezia Terme ha denunciato otto persone per truffa finalizzata al conseguimento indebito di erogazioni pubbliche, falsità ideologica commessa da privato e da pubblico ufficiale in atti pubblici.


Le denunce

Tra le persone denunciate figurano anche fra quattro funzionari della Regione Calabria, nonchè l'amministratore e i dirigenti della società "Infocontact srl" operante nel settore dei servizi call center. Nello specifico, si tratta di Giuseppe Pane amministratore di Infocontact Srl e Paolo Braganó responsabile delle risorse umane nell’azienda.

I dirigenti - riporta la Gazzetta del Sud - sono dell’assessorato regionale ai Servizi sociali: Concettina Di Gesù, Cosimo Cuomo e Michelina Ricca che avrebbero verificato la sussistenza dei requisiti previsti per il finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro. Altri tre indagati sono nel frattempo deceduti.

I finanzieri - coordinati dalla Procura della città calabrese - hanno anche sequestrato beni per oltre due milioni e mezzo di euro.

L'indagine dei finanzieri sull'attività della società, con sede legale a Roma e sede operativa a Lamezia, ha portato alla luce una truffa nei confronti dell'Ue e dello Stato in danno di lavoratori disabili e svantaggiati. Il sistema messo in atto ha riguardato l'indebita percezione di fondi del P.o.r. Calabria e di pubbliche sovvenzioni per complessivi quasi tre milioni di euro.

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Giuseppe Conte
GOVERNO

Procedura infrazione: cosa ha detto Conte

Il premier alla Camera: "Determinati a evitare iter Ue ma covinti della nostra politica economica"
Vecchio televisore
L'INTERVISTA

Freccero: "Basta propaganda in tv, spazio alla verità"

Il direttore di Raidue conferma il lancio in autunno de "L'ottavo blog", per dar spazio all'informazione...
L'auto dove sono morti i due conoscenti
LITORALE

Giallo di Torvaianica, in un video la svolta

Autopsia e alibi. Il punto sulla morte dei due conoscenti
Morte assistita
AUSTRALIA

Victoria: i malati terminali potranno uccidersi

I moribondi potranno chiedere farmaci letali. Protestano i vescovi: "No alla morte assistita"
PIACENZA

Bimbo di 18 mesi ingerisce cocaina

Sull'episodio sta indagando la Procura piacentina
Alfonso Bonafede
CASO NOMINE

Il governo prepara la riforma della giustizia

Oggi vertice a Palazzo Chigi. Conte: "Recidere contaminazione fra politica e magistratura"
Un'edizione de
MATURITÀ 2019

Ecco "Il Porto sepolto" di Ungaretti

La poesia, confluita nel 1942 nella raccolta L'allegria, è la prova di analisi del testo
Carabinieri in azione
LICATA

Mafia: 31 arresti, c'è anche un consigliere comunale

Tra i fermati c'è il boss licatese Angelo Occhipinti, presunto reggente della cosca