LUNEDÌ 11 MAGGIO 2015, 009:34, IN TERRIS

AMMINISTRATIVE: CONFERMATO ANDREATTA A TRENTO, BOLZANO AL BALLOTTAGGIO

Il sindaco del Pd super il 50% dei consensi. Nel capoluogo altoatesino Spagnolli non sfonda, sarà spareggio. In Val d'Aosta vince l'astensione

DANIELE VICE
AMMINISTRATIVE: CONFERMATO ANDREATTA A TRENTO, BOLZANO AL BALLOTTAGGIO
AMMINISTRATIVE: CONFERMATO ANDREATTA A TRENTO, BOLZANO AL BALLOTTAGGIO
Alessandro Andreatta del Pd è stato confermato sindaco di Trento all'esito delle elezioni comunali che si sono svolte ieri. Dai primi dati ufficiosi, pubblicati sul sito della Regione, il primo cittadino di centrosinistra raggiungerà 53,7% dei voti. Ad appoggiarlo Partito autonomista trentino tirolese, Partito democratico del Trentino, Cantiere civico democratico, Verdi ecologisti e civici Trento. Lo sfidante di centrodestra Claudio Cia, sostenuto da Lega Nord Trentino, Civica trentina, Forza Italia, Progetto trentino, Fdi/An, si è fermato al 31,0%. Paolo Negroni del Movimento 5 Stelle ha raccolto l'8,4%, Antonia Romano dell'Altra Trento a Sinistra il 4,5% e Paolo Primon, di Popoli Liberi Freie Völker Trentino Südtirol il 2,4%.

Situazione in bilico a Bolzano, dove si dovrebbe andare verso il ballottaggio. Non sarà dunque ricnofermato al primo turno Luigi Spagnolli del partito democratico. In calo la Svp che perde 3,6 punti, mentre la Lega Nord di Salvini raddoppia i consensi, superando l'11%. Raddoppia anche il Movimento Cinque Stelle che passa da 4,02 al 9,3%. Il risultato di Forza Italia, invece, rappresenta una debacle rispetto alle ultime consultazioni: il partito di Berlusconi, infatti, ha ottenuto sinora appena il 3,7% dei voti, mentre alle precedenti comunali il Pdl aveva conquistato il 22,2%.

In Valle d'Aosta a vincere è soprattutto l'astensione. Alle 19 di ieri aveva votato il 45,77% degli aventi diritto contro il 50,65% del 2010 (alle Regionali del 2013 l'affluenza era stata del 56,67%). E' probabile che il dato finale dell'affluenza si attesterà intorno al 60%. Sull'intera tornata elettorale pesa l'incognita del ballottaggio. La "corazzata" formata da Partito Democratico e movimenti autonomisti (Union valdotaine, Stella alpina e Creare Vda) confida di chiudere la partita al primo turno, ottenendo il 50% più uno dei voti, e di consegnare la fusciacca di sindaco a Fulvio Centoz, segretario regionale del Pd. Sono necessari, secondo le stime, circa 8.000-8.500 voti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma