MARTEDÌ 21 GIUGNO 2016, 14:00, IN TERRIS

AMMINISTRATIVE, BERSANI: "ABBIAMO PERSO, ORA RENZI RIFLETTA"

L'ex segretario: "Abbiamo smarrito il contatto con una realtà diversa da quella che il premier racconta"

FRANCESCO VOLPI
AMMINISTRATIVE, BERSANI:
AMMINISTRATIVE, BERSANI: "ABBIAMO PERSO, ORA RENZI RIFLETTA"
"Le amministrative le ha perse il Pd, a me non piace caricare addosso a una persona sola. Certo, chi guida deve avere l'umiltà di riflettere. Abbiamo perso perché abbiamo perso il contatto con la realtà che non è quella che Renzi ci sta raccontando. E non è quella che ci raccontano i troppi amici, ci son troppi applausi in giro". Lo ha detto l'ex segretario dem Pierluigi Bersani ad Agorà.

Venerdì in direzione è attesa una resa dei conti. Bersani però non chiede le dimissioni del segretario. "Io mi sono dimesso dopo un tradimento, non dopo una sconfitta - ha ricordato - certo, se parliamo di partito bisogna che qualcuno ne abbia cura. E che il partito abbia una sua autonomia. E' inevitabile che uno che fa il presidente del Consiglio e il segretario pensi di utilizzare il partito in una giusta logica di sostegno alle azioni del governo, ma non deve essere solo questo. Perché poi succede che mentre siamo in battaglia per le amministrative bisogna fare i banchetti sull'Imu o la Tasi... non è stata una grande idea".

Per quanto riguarda il referendum di ottobre Bersani suggerisce a Renzi di non demonizzare il "no" ma di ragionarci insieme. Perché se il premier dice "ti faccio vedere subito una legge che conferma che non voglio nominare ma voglio eleggere i nuovi senatori senza lasciare lì per venti anni questo tema. E se poi si dice che, con una camera sola che dà la fiducia al governo, siamo disposti a riflettere sull'Italicum. Se Renzi dice questo non vedo grandi problemi".

L'ex ministro del governo Prodi, in ogni caso, è orientato a votare "sì" anche se non condivide "il modo di impostare questo referendum". "Non dubitino della mia coerenza nel voto, nessuno ha diritto di metterla in discussione. Ma se continuano a brandire la campagna così e dire che se vince il no si dimette il governo, non mi vedranno ai banchetti".

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Papa Francesco incontra il clero locale nella Cattedrale di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"In Gesù le nostre piaghe sono risorte"

Testo integrale del discorso del Pontefice ai religiosi, consacrati e seminaristi nella Cattedrale di Santiago
Papa Francesco nel Carcere femminile di Santiago del Cile benedice i bambini Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"La maternità non è e non sarà mai un problema"

Il Pontefice in visita al carcere femminile di Santiago: "La sicurezza pubblica si costruisce con il lavoro"
Papa Francesco saluta le detenute del Carcere femminile di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"Siete privi di libertà non della dignità"

Testo integrale del saluto del Pontefice alle detenute del Carcere Femminile di Santiago del Cile
Milano, i Vigili del fuoco sul luogo della tragedia
TRAGEDIA SUL LAVORO

Milano, tre operai morti intossicati in fabbrica

Si aggrava il bilancio dell'intossicazione nello stabilimento metalmeccanico: gravissimo il quarto lavoratore
Kosovska Mitrovica, la scena del crimine
KOSOVO|LEADER SERBO UCCISO

Tensione alle stelle tra Belgrado e Pristina

Oliver Ivanovic assassinato a Kosovska Mitrovica. Vucic ritira la delegazione da Bruxelles
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie