MERCOLEDÌ 13 MAGGIO 2015, 15:09, IN TERRIS

AFFONDO DI GRILLO SU ENI: "COMMISSIONE D'INCHIESTA SU SAPIEM"

Il leader del M5S durante l'assemblea degli azionisti: "L'azienda gestisce un sistema corruttivo"

LUCA LA MANTIA
AFFONDO DI GRILLO SU ENI:
AFFONDO DI GRILLO SU ENI: "COMMISSIONE D'INCHIESTA SU SAPIEM"
E' stato durissimo l'intervento di Beppe Grillo all'assemblea dell'Eni. L'ex comico, intervenuto "come piccolo azionista e capo di un movimento politico con 10 milioni di elettori", ha attaccato la partecipata statale che gestirebbe "un sistema corruttivo a livello internazionale, una attività criminogena fondata su tre gambe". Tre pilastri che, secondo il leader pentastellato, sarebbero "l'attività corruttiva vera e propria, il succedersi di governi complici dei vertici e il dissesto politico-sociale nei Paesi che l'Eni depreda".

Grillo ha citato inchieste giudiziarie per presunte tangenti che sarebbero state erogate in Algeria e in Nigeria e nelle quali "è stata coinvolta la Saipem" sui cui, ha annunciato, sarà aperta "una commissione d'inchiesta". A suo giudizio si tratterebbe di "un sistema che si alimenta con gran parte dei quadri aziendali, un sistema colluso e radicato profondamente ma oscuro per i cittadini". Per il numero uno del M5s Eni da "anni costruisce la politica internazionale dei governi di destra, di sinistra e di questo (quello guidato da Renzi ndr) che non saprei dove collocare. Il sostegno del governo è evidente, basta guardare alle nomine", ha osservato ancora il leader M5s, citando Claudio Descalzi, attuale numero uno dell'azienda, "coinvolto, spero da innocente, in inchieste in Kazakistan e Nigeria per telefonate che spero non abbia mai fatto con lo 'psicofaccendiere Bisignani'. Eppure basterebbe inserire delle clausole di onorabilità nello statuto dell'Eni, come cause di ineleggibilità. Ma il governo preferisce fare finta di combattere la corruzione".

L'affondo contro l'attuale è stato interrotto dall'intervento del presidente Emma Marcegaglia. "Attento a quel che dice, signor Grillo - ha detto - ne è responsabile. Usi un linguaggio consono". "Ma non ho detto nemmeno una parolaccia" ha replicato l'ex comico. Al termine dell'assemblea a chi gli chiedeva se temesse querele Grillo ha risposto: "Facciano quel che vogliono. Le tangenti ci sono, le inchieste ci sono, i processi ci sono".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Igor il
SPAGNA

Igor il "russo" accetta l'estradizione in Italia

Sarà consegnato dopo i processi per i tre omicidi commessi in territorio spagnolo
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
Reliquia della Beata Anna Maria Adorni
VATICANO

Presentato il nuovo documento sulle reliquie

Pubblicato dalla Congregazione delle Cause dei Santi