GIOVEDÌ 18 MAGGIO 2017, 15:00, IN TERRIS

Accoglienza migranti, Cantone: "Valutiamo il commissariamento del Cara di Crotone"

Il presidente dell'Anac: "Verificheremo se ci sono le condizioni". Appalti: "Bene il decreto Minniti ma il vero problema è quello dei controlli"

AUTORE OSPITE
Accoglienza migranti, Cantone:
Accoglienza migranti, Cantone: "Valutiamo il commissariamento del Cara di Crotone"
"Ci occuperemo del Cara di Crotone per verificare se ci sono le condizioni per il commissariamento". Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell'Anac, durante l'audizione alla commissione Migranti. Dall'inchiesta "emerge un quadro inquietante - ha aggiunto - e la lunghezza dell'appalto suscita perplessità. Bene ha fatto il ministro Minniti a disporre un'ispezione. I cui esiti chiederemo".

Quanto all'appalto del Cara di Mineo, ha spiegato, "era costruito in modo da escludere la concorrenza ed erano richiesti presupposti così specifici che mancava che indicassero il nome del vincitore: era un classico bando su misura". Contro il provvedimento dell'Anac, ha raccontato, "ci fu un fuoco di sbarramento, il Cara si rifiutò di revocare l'atto e ci sono ancora problemi su come fu acquisita e utilizzata la struttura che ospita il centro: se ne occuperà la Procura. L'appalto del Cara di Mineo fu commissariato e lo è tuttora: un nuovo appalto non è stato fatto, continuano a operare i vecchi gestori con il commissario. E' indispensabile che si faccia al più presto l'appalto". Quanto alla "scelta se chiuderlo o no, è una scelta politica".

Il decreto del ministro dell'Interno sulle procedure per l'affidamento dei servizi legati all'accoglienza migranti, ha proseguito Cantone, "è stato oggetto di confronto e va nella giusta direzione, perché prevede una divisione in lotti strutturale, con la possibilità di individuarne quattro. Ma il vero problema sta nella fase successiva, quella dei controlli, che vanno rafforzati". Il presidente dell'Anac ha poi smentito le voi che riguardavano presunte frizioni con il governo, con cui, invece, il rapporto "è stato perfetto". L'Anticorruzione ha "fatto solo lievi proposte di modifica. Ma il tema vero è quello dei monitoraggi e dell'adeguatezza delle prefetture rispetto allo svolgimento degli appalti". Queste ultime, infatti, "non sono Nembo Kid. Quelle grandi hanno il personale necessario, quelle piccole meno. E nella nostra attività abbiamo riscontrato anche delle difficoltà a interfacciarsi con il tema degli appalti di servizi, perché della prefetture ci sono arrivate richieste di parere ingiustificate".

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Importanti progressi nella cura della sma
ATROFIA MUSCOLARE SPINALE

Via alle prime infusioni salvavita

Il trattamento iniziato a Trieste, ora toccherà a Milano e Napoli
Il Pirellone, candidato ad ospitare la sede dell'Ema
BREXIT

L'Ue decide la nuova sede dell'Ema

Duello tra Milano a Bratislava per ospitare l'Agenzia europea del farmaco
SERIE A

Juve, naufragio a Marassi. Pari per Viola e Toro

La Samp vince 3-2: Napoli in fuga. Spal e Chievo bloccano Pioli e Mihajlovic. Colpi di Cagliari, Genoa e Sassuolo
Speranza e Bersani
VERSO LE ELEZIONI

Mdp e SI sbattono la porta in faccia al Pd

Fratoianni: "Tempo scaduto". Bersani: "Ci si vede dopo il voto"
Robert Mugabe
ZIMBABWE

Mugabe accetta di dimettersi

Dopo una lunga trattativa con i militari. L'annuncio in televisione in tarda serata
Due scosse avvertite nel Parmense
PARMA

Doppia scossa di terremoto, nessun danno

Il sisma avvertito anche in Liguria, residenti in strada a La Spezia