DOMENICA 04 SETTEMBRE 2016, 000:45, IN TERRIS

ACCISE SULLA BENZINA: GLI ITALIANI PAGANO LA RICOSTRUZIONE PER LA GUERRA IN ABISSINIA

Lo rivela uno studio della Cgia di Mestre

STEFANO CICCHINI
ACCISE SULLA BENZINA: GLI ITALIANI PAGANO LA RICOSTRUZIONE PER LA GUERRA IN ABISSINIA
ACCISE SULLA BENZINA: GLI ITALIANI PAGANO LA RICOSTRUZIONE PER LA GUERRA IN ABISSINIA
“Perché mai quando facciamo benzina o gasolio dobbiamo continuare ancora a pagare” le accise per la ricostruzione a seguito della guerra in Abissinia del 1935, della crisi di Suez del 1956, del disastro del Vajont del 1963 e dell’alluvione di Firenze del 1966 “fino ad arrivare al rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004?”. È il giusto interrogativo posto dalla Cgia (Associazione italiana piccole imprese Mestre) che ricorda come siano stati cinque gli incrementi delle accise sui carburanti introdotti negli ultimi quarantotto anni per recuperare le risorse da destinare alla ricostruzione delle zone colpite dal terremoto.

Dal 1970 gli italiani hanno quindi versato con le accise più del doppio (145 miliardi di euro) rispetto a quanto speso per riedificare le zone colpite dai disastri del sisma. Infatti, dalle stime del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, è di 70,4 i miliardi di euro nominali (121,6 se attualizzati) il costo totale esborsato per ricostruire le sette aree più danneggiate: Valle del Belice, Friuli, Irpinia, Marche-Umbria, Molise-Puglia, Abruzzo ed Emilia Romagna. Secondo Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia, “ogni qual volta ci rechiamo presso un’area di servizio a fare il pieno alla nostra autovettura 11 centesimi di euro al litro ci vengono prelevati” a tale scopo. Ad onor del vero, per il terremoto delle Marche e dell’Umbria (1997) e quello del Molise e della Puglia (2002) non fu introdotta alcuna accisa.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano