Non solo violenza, ma anche astuzia psicologica: genitori, attenti a certi videogiochi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:02

Ormai le vendite dei videogiochi, su qualsiasi tipologia di piattaforma, sono “influenzate” da youtuber e influencer. Non è ormai più strano sentire che sono proprio le star del Web a “decidere” il successo, o meno, di un gioco.

Ci sono videogiochi, ad esempio, che hanno un legame fortissimo con molte star del web, tra cui Richard Tyler Blevins, nome di battaglia Ninja, considerato lo “streamer” per eccellenza. Proprio grazie a questo popolare videogames, Ninja è riuscito a conquistarsi, con una media di 12 ore al giorno di diretta su Web, un pubblico di oltre 14 milioni di iscritti che, fra gadget, sponsorizzazioni, donazioni e visualizzazioni, nel 2018 gli ha fatto guadagnare oltre 10 milioni di dollari!

Ma questa non è l’unica “accoppiata” streamer-gioco on-line famosa: ad agosto del 2019 PewDiePie, altra star del Web, iniziò a giocare a con un videogame sembrava ormai fuori moda raggiungendo i 570 milioni di visualizzazioni e sorpassando il suo rivale su YouTube. Ora i riflettori sono accesi su un videogioco che sta sbaragliando tutti i concorrenti. Il gioco è stato creato due anni fa da tre ragazzi di Seattle che lavoravano nella software house InnerSloth ed è diventato virale, con un aumento di interazioni on-line, fra luglio e agosto, del 650 per cento.

Con più di 100 milioni di download solo sugli smartphone e oltre mezzo miliardo di video presenti online, non smette di far parlare di sé! Si tratta di una sorta di “Invito a cena con delitto” ambientato in un’astronave, tipo la “Nostromo” del film Alien, dove c’è un colpevole (o più) da cercare fra l’equipaggio. Nessuno scontro a fuoco, grafica retro anni Novanta con pochi pixel, pochi colori e animazioni semplici: sono queste le caratteristiche che, molto probabilmente, hanno portato al successo questo gioco, anche tra i più piccini, e hanno spinto gli “streamers” a giocarci, condividendolo e portandolo in testa alle classifiche Usa e inglesi. E ora si sta diffondendo anche in Italia.

All’inizio di ogni partita, fra i (massimo) dieci giocatori consentiti vengono scelti a caso uno o due impostori, che hanno il compito di manomettere le strumentazioni della nave e uccidere gli altri senza farsi scoprire. La missione del resto dell’equipaggio è, invece, quella di riparare le manomissioni, scoprire gli impostori e accusarli davanti a tutti, proponendo di espellerli con votazione e sperando di non proiettare nello spazio il concorrente sbagliato.

Gli impostori possiedono abilità speciali: possono passare da una stanza all’altra attraverso delle botole visibili solo a loro e possono uccidere un concorrente semplicemente andandoci addosso. Quando un giocatore trova un cadavere e segnala il fatto ai partecipanti, viene indetta una riunione d’emergenza: si discute, ci si accusa e ci si difende quando si viene additati, si bluffa se si è un sabotatore e, infine, si vota chi buttar fuori dalla nave. Youtuber del calibro di PewDiePie, James Charles e Dr. Lupo, e qui da noi Favj, stanno tutti giocando con questo videogioco. Su TikTok i contenuti legati al gioco hanno superato quota 16 miliardi, al punto che la InnerSloth ha smesso di lavorare sul “sequel” per concentrarsi sul successo inaspettato del primo capitolo.

La popolarità di questo gioco, che per una volta non si basa su azioni frenetiche o combattimenti, sta nel confronto psicologico e sul dialogo. Mamma e papà non saranno più preoccupati per sangue e morti crudeli sui campi di battaglia: dovranno preoccuparsi per la nascita di nuovi investigatori in casa…!

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.