MARTEDÌ 28 GENNAIO 2020, 00:02, IN TERRIS

Vecchi e nuovi Olocausti

ANNAMARIA BAX
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Sfruttamento
Sfruttamento
S

i è appena conclusa la celebrazione della Giornata della Memoria istituita per non dimenticare le atrocità di cui furono vittime gli ebrei ai tempi della Germania nazista. Un ricordo necessario e doveroso affinché la storia lo mantenga vivo e inalterato di generazione in generazione, secondo il monito drammaticamente accorato che Primo Levi sollevò ”….meditate che questo è stato: vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore, stando in casa andando per via, coricandovi alzandovi; ripetetele ai vostri figli...”.

Ebbene, nel fare memoria di ciò che è stato, la riflessione inevitabilmente allontana lo sguardo verso le altre nefandezze che hanno macchiato e continuano a macchiare la storia dell’umanità.

Tra queste colpisce l’orrore che inonda il nostro tempo: sotto i nostri occhi, davanti alle porte delle nostre case, nei viali delle nostre città va in scena di giorno e di notte un nuovo, silenzioso, non meno terribile olocausto: quello di migliaia di giovani donne ingaggiate dai trafficanti di esseri umani con l’appetibile esca di un lavoro sicuro nell’Occidente di pace e di benessere, sogno di una terra promessa. In realtà, non appena giunte nel nostro paese, tutte vengono rese schiave della prostituzione coatta.

La maggior parte è minorenne, spesso poco più che bambine; per la loro giovanissima età sono quasi sempre “figlie” o “nipoti” dei loro clienti.

Due le rotte principali di provenienza: l’Africa (Nigeria) e i paesi dell’est Europa (Romania e Albania) dove lasciano, speranzose, contesti di miseria, degrado, guerra. In realtà sono destinate ad un inferno ancora più drammatico: sin dal viaggio, vengono cedute ad altri gruppi criminali con tanto di asta di mercato; l’arrivo a destinazione, poi, si ripete secondo un tragico cliché che prevede la privazione di documenti e cellulare, botte, torture e sevizie di ogni genere per indurle ad obbedire e ad accettare il loro nuovo status che è quello di schiave del sesso.

Abbiamo letto le loro drammatiche testimonianze, raccolte in particolare da don Aldo Buonaiuto, erede di don Benzi, che insieme ai suoi volontari è instancabile nel togliere dalla strada queste donne crocifisse, a cui ha dedicato un libro di profonda inchiesta dal titolo “Donne crocifisse”, appunto.

Ebbene nulla manca all’orrore a cui queste vite innocenti vengono quotidianamente immolate, persino aborti ripetuti in clandestinità, talvolta uccise e da nessuno reclamate. Le più fortunate che riescono a mettersi in salvo non sempre ce la fanno a ricominciare: tante, a causa delle feroci torture subite, non sopravvivono a sè stesse oppure restano segnate da gravi patologie psichiatriche.

Ancora una volta i versi di Primo Levi tornano ad essere brutalmente attuali “...considerate se questa è una donna, senza capelli e senza nome, senza più forza di ricordare, vuoti gli occhi e freddo il grembo come una rana d’inverno”.

Quello che più colpisce è la solitudine e l’indifferenza a cui sono abbandonate. Nessun pensiero, nessun ricordo, nessuna memoria. Ci ripetiamo spesso che non è colpa nostra; che non possiamo farci niente; che sono problemi più grandi di noi, che ...” se non se ne occupano i governi i singoli come possono intervenire? ”.

Ebbene, io penso che ciascuno di noi ha il diritto e il dovere di pretendere che le istituzioni, nazionali, europee e internazionali, governino finalmente il problema e non che lo lascino dov’è ovvero per le strade delle nostre città. Come governarlo? Prima di tutto dandogli l’attenzione che merita ovvero facendo opera di informazione e di educazione mirata. E penso alla scuola come vertice di tutte le altre istituzioni coinvolte, dello stesso volontariato e del giornalismo di inchiesta, in quanto luogo di elezione per sensibilizzare ed educare le giovani generazioni verso questo moderno olocausto che tutto nega: la libertà, la dignità, l’incolumità, la salute, in una parola: la vita.

E’ l’olocausto di migliaia di donne, adolescenti e bambine, ridotte in schiavitù ogni giorno sull’uscio di casa nostra.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...
Il cantiere navale di Taranto
TARANTO

Tangenti per appalti della Marina Militare: 12 arresti

Il totale degli importi relativi alle gare veniva equamente diviso fra gli indagati
Rifugiati siriani in un punto di raccolta degli approvvigionamenti - Foto © The New York Times
EMERGENZA UMANITARIA

In Siria i profughi stanno vivendo la fine del mondo

Da dicembre in 900mila hanno lasciato le case per i bombardamenti. Procedono i negoziati
SOLIDARIETÀ

Pet therapy per l'oncologia pediatrica

Sulla Collina degli Elfi, in provincia di Cuneo, gli animali regalano un sorriso ai bambini malati di tumore. Ora una raccolta...
Il luogo della deflagrazione
CATANIA

Bomba davanti a un distributore, morto il ladro

Il giovane, non identificato, era assieme a un complice che è fuggito
EMERGENZA RAZZISMO

"La strage xenofoba di Hanau nasce dall'ignoranza della storia e dall'odio"

Intervista a Interris.it del vescovo Enrico dal Covolo, Assessore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche
Il luogo della strage
GERMANIA

Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

Il killer è un estremista di destra, Tobias R: "Alcuni popoli vanno annientati". Uccisa anche la madre
La disinfezione delle strade
CORONAVIRUS

Cina: "Gli sforzi per il controllo dell'epidemia stanno funzionando"

Morti due passeggeri della Diamond Princess. Scoperta "l'untrice" della Corea del Sud
Prostituzione minorile
AUDIZIONE

Roma: 31 procedimenti per prostituzione minorile

La pm Monteleone: "In aumeno i reati di pedopornografia e molestie sessuali"
Sandra Sabatini
RIMINI

Il 14 giugno la beatificazione di Sandra Sabattini

Alla Fiera di Rimini per ospitare tutti i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII
Mons. Alfonso Miranda Guardiola, presidente della Conferenza Episcopale Messicana - Foto © Iglesia Católica en Salida ICES
CHIESA E SOCIETÀ

Femminicidi, parla mons. Guardiola: "Tolleranza zero"

La linea intransigente del presidente dei vescovi messicani: "È un dolore troppo grande"
Camera dei deputati
PRESCRIZIONE

Stop alla legge Costa, ma Iv vota col Centrodestra

Non passa la proposta di Forza Italia contro la riforma Bonafede ma è caos: i renziani ancora contro la maggioranza