DOMENICA 06 NOVEMBRE 2016, 000:02, IN TERRIS

Un uomo non è il suo errore

GIORGIO PIERI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Un uomo non è il suo errore
Un uomo non è il suo errore
Il Giubileo dei carcerati è forse il culmine dell'Anno Santo straordinario voluto dal Papa. Diceva don Oreste che il contrario della Misericordia è la vendetta. I nostri penitenziari, pur essendo gestiti da persone bravissime sono ancora oggi luogo di castigo. Di fronte allo sbaglio, all’errore la risposta che la società ha elaborato sino ad oggi è un sistema di rivalsa: la prigione.

Questo Pontefice ci sta proponendo di cambiare prospettiva, di guardare il mondo e creato con uno sguardo di misericordia. E questo dobbiamo iniziare a farlo proprio con le persone che hanno commesso crimini e che, per questo, consideriamo nostri nemici.
Il Vescovo di Rimini la termine di un pellegrinaggio compiuto insieme ai detenuti ci disse che “un modo nobile di amare i nemici, è amare i carcerati”. Così facendo cominceremo a conoscere queste persone, a guardare al di là del reato commesso. A concentrarci suoi vuoti interiori, sui drammi vissuti. Il germe del male, infatti, cresce sulle ferite del cuore dell’uomo.

Don Benzi spiegava anche che “il contrario della Misericordia è l’indifferenza”. Noi cristiani siamo chiamati a cambiare la nostra mentalità e a farla cambiare a questa umanità imprigionata in una indifferenza globalizzata. La prima visita che il Papa fece appena insediato fu al carcere minorile. Se vogliamo ricostruire la chiesa e con essa una nuova società dobbiamo ricominciare dagli ultimi: i profughi, le prostitute, i barboni, gli zingari e gli anziani abbandonati.

Questo Giubileo è l’occasione per rendersi conto che abbiamo bisogno di loro e soprattutto che dobbiamo costruire percorsi di Misericordia. La comunità Papa Giovanni XXIII ha sviluppato un progetto educativo strutturato che accoglie il detenuto per rimuovere le cause delinquenziali attraverso programmi esigenti ed impegnativi.

Oggi, insieme con il Santo Padre, celebriamo la gioia che deriva dall’amore per il prossimo. L’Apg 23 sarà in piazza San Pietro insieme a una rappresentanza dei detenuti che assiste. “L’Uomo non è il suo errore” ripeteva spesso don Oreste. A tutti spetta un’occasione di riscatto. Ricordo, a tal proposito, con piacere la storia di uno dei carcerati che in passato abbiamo aiutato. Dopo 20 anni di reclusione si è dedicato agli altri e oggi è missionario in Iraq, tra le bombe.

“Ricordati, non c’è santo senza un passato, non c’è peccatore senza un futuro!” ci ha detto il Pontefice nell'udienza del 24 febbraio. Parole su cui, oggi, sarebbe opportuno riflettere.
Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ISTRUZIONE

A rischio il ritorno dell'educazione civica a scuola

La legge non è ancora in Gazzetta ufficiale. La soluzione in extremis, pubblicarla e farla valere dalla riapertura...
Mario Balotelli durante la presentazione
SERIE A

La grande chance per Balotelli

La familiarità dell'ambiente di Brescia e il sogno Azzurro: un'opportunità per il rilancio definitivo
La nave militare Audaz messa a disposizione del Governo spagnolo
MAR MEDITERRANEO

Open Arms, la nave militare spagnola in soccorso dei migranti

La decisione presa dopo che alcuni profughi si sono buttati in acqua
MIGRANTI

Barca capovolta davanti la Libia, forse 100 vittime

La segnalazione è stata lanciata da Alarm Phone
Via del Colosseo a Roma
CENTRO STORICO

Affittopoli, la fake dei rincari: casa al Colosseo a 133 euro

Castiglione: "Vogliamo restituire queste risorse alla comunità"
ESECUTIVO IN CRISI

Governo, il giorno della verità

L'intervento di Conte e le mosse politiche
Proteste a Hong Kong
WEB

Hong Kong, rimossi account fake contro la protesta

Twitter e Facebook bannano gruppi e pagine che sarebbero stati creati dalla Cina per screditare i manifestanti
Euro

Polvere negli occhi

Ogni volta che sento parlare di tagli alle spese pubbliche per partiti politici, o del taglio di parlamentari, solo per...