GIOVEDÌ 29 NOVEMBRE 2018, 00:02, IN TERRIS

Quando la ricerca è contro l'uomo

STEFANO OJETTI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Ricercatrici cinesi lavorano alla modifica del genoma
Ricercatrici cinesi lavorano alla modifica del genoma
C

ertamente il dott. Josef Mengele, che ad Auschwitz e Birkenau studiò attraverso sezioni ripetute i corpi di bambini gemelli per metterne in evidenza le differenze anatomiche dalle quali trarre indicazioni per future sperimentazioni, si sarebbe rallegrato alla notizia che il ricercatore cinese He Jiankui dell’Università di Shenzen ha creato, attraverso la manipolazione del genoma, due bambine Lulu e Nana geneticamente modificate sì da renderle immuni al virus dell’Hiv contratto dal padre, anche se in realtà sembra che solo in una delle due si sarebbe verificata tale evenienza. La tecnologia di editing genetica adottata è la Crispr (Clustered regularty interspaced short palindromic repeats) che rappresenta un sistema di “forbici” molecolari impiegato per tagliare il Dna in punti specifici e che permette di cancellare, sostituire e riscrivere intere sequenze geniche usando la proteina batterica Cas9. Di tale sperimentazione genetica annunciata, in realtà non se ne ha sicura conferma avendo preso le distanze da He Jiankui la stessa Università di Shenzen oltreché, unitamente a 122 scienziati cinesi, la maggior parte della comunità scientifica internazionale.

Così come affermato da San Giovanni Paolo II, “ciò che è tecnicamente possibile, non è per ciò stesso moralmente ammissibile”, in egual modo la scienza deve avere dei limiti nella ricerca “legati al rispetto della stessa natura umana intesa nel suo significato integrale”. A queste considerazioni di natura prettamente etica, si aggiungono delle riserve altresì scientifiche sul fatto che uno studio per avere valenza dimostrata deve essere validato dalla pubblicazione su riviste internazionali. Con l’editing genetico a fronte dei possibili successi attesi, si potrebbe anche andare verso un altissimo rischio di modifiche non considerate e quindi imprevedibili, al contrario delle terapie geniche oggi disponibili che permettono di curare eticamente e con successo, intervenendo con forbici molecolari sulle cellule somatiche, malattie quali la talassemia, la fibrosi cistica ed alcune forme leucemiche senza dover necessariamente intervenire modificando il genoma.

Sembra dunque esser ancora lontani dalla certezza che quanto annunciato dal ricercatore cinese sia una sicura evidenza scientifica, ma la voragine etica che in tal modo inevitabilmente si è aperta o che in futuro si potrebbe aprire è certamente di proporzioni devastanti. Nell’immaginario collettivo si pensa erroneamente che con questa metodica si possa teoricamente andare verso la costruzione del superuomo o dei moderni supereroi sottovalutando però che, qualora la sperimentazione non fosse più controllabile, potrebbe produrre effetti negativi non attesi o prevedibili. Siamo poi certi di esser realmente lontani da questi “possibili” futuri ed inquietanti scenari? E quale sarà, se mai ci sarà, il limite che l’uomo porrà a sé stesso nella ricerca? Provocatoriamente si è citato Mengele, ma si può esser sicuri che la spasmodica ricerca scientifico-sperimentale non diventi una sfida a mezzo della scienza tra l’uomo ed il futuribile? E se vale il principio che tutto ciò che appartiene alla ricerca è per l’uomo, siamo poi sicuri che non diventi contro l’uomo? O piuttosto non ci sia il serio rischio che il desiderio del nuovo e dell’ignoto non si appropri del nostro ego tanto dal finire col distruggerci?

Stefano Ojetti - Vicepresidente nazionale Amci (Associazione Medici Cattolici Italiani)

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Roma-Basaksehir 4-0. Nicolò Zaniolo esulta dopo aver siglato il tris giallorosso - Foto © Twitter
EUROPA LEAGUE

Roma sul velluto, Basaksehir affondato: 4-0

All'Olimpico apre un'autorete di Caiçara, poi Dzeko, Zaniolo e Kluivert. La Lazio cade a Cluj
Tor Bella Monaca (Foto-Cgil Roma Rieti)
PERIFERIE

Tor Bella Monaca: famiglia di rom mandata via da una protesta

Il nucleo di quattro persone era legittimo assegnatario di un alloggio popolare, ora potrebbe rinunciare
L'ente pubblico che riscuote i tributi
ECONOMIA

Partito l'evasometro: monitora i conti correnti degli italiani

Vaglierà i movimenti e li metterà a confronto con la dichiarazione dei redditi. Strumento retroattivo fino a 5...
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
AMBIENTE

Primo stop del Conte II: forse slitta il decreto clima

Inizia il braccio di ferro con i renziani
Dispersione scolastica
RAPPORTO OXFAM

Cresce la dispersione scolastica

L'appello: "Il nuovo Governo investa nell’istruzione pubblica"
Italiani di seconda generazione
MIGRANTI

Istat: “I nuovi italiani sono oltre 1,3 milioni"

I bambini di seconda generazione costituiscono il 13% della popolazione minorenne
Emmanuel Macron e Giuseppe Conte
ITALIA - FRANCIA

Macron a Conte: "L'amicizia con l'Italia è indistruttibile"

Tra le intese confermate, quella sul dossier libico: "Convergenza franco-italiana"
Il giornalista Angelo Paoluzi

È scomparso Angelo Paoluzi, firma del giornalismo italiano

Direttore di Avvenire, è noto il suo impegno per un'informazione cattolica
Migranti
MIGRANTI

Nuovi sbarchi a Lampedusa, hotspot in emergenza

Un centinaio di persone arriva direttamente in porto, il centro è sovraffollato. Altre 109 a bordo di Ocean Viking
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
GOVERNO CONTE BIS

Decreto legge ambiente: sconti per chi rottama auto fino Euro4

Misure contro il consumo di plastica e per una mobilità sostenibile. Dal 2020 taglio 10% dei sussidi dannosi
Scozzesi in abiti tradizionali sventolano la St. Andrew's Cross
L'ANNIVERSARIO

IndyRef, la Scozia a cinque anni dalla scelta pro-Uk

Dall'exploit post-voto dell'Snp allo scetticismo per il Ref2. Ma la Brexit è un'incognita che continua a...
OCSE

Crollano le richieste d'asilo in Italia: -58% nel 2018

Il dato nel rapporto annuale dell'Ocse "Migration Outlook". Lo scorso anno accolte oltre il 30% delle domande