MARTEDÌ 14 MAGGIO 2019, 00:02, IN TERRIS

Per la Lega la Sicilia resta un tabù

ENRICO PAOLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Elezioni comunali
Elezioni comunali
P

er gli esponenti del Movimento 5 Stelle il risultato delle comunali siciliane rappresenta “un forte messaggio di legalità” e gli effetti non tarderanno a farsi sentire anche nel resto del Paese. Al netto della lettura elettorale del risultato emerso dalle urne, alla quale, comunque, merita prestare un minimo di attenzione, il tema della legalità, caro ai 5 stelle, è un elemento dirimente dell’attuale fase politica. La Lega, che nel Meridione d’Italia deve ancora trovare il percorso giusto da seguire, con la vicenda Siri paga un prezzo particolarmente alto. La percezione dell’elettorato moderato, ma non solo quello, è stata quella di una difesa del sottosegretario, da parte dei vertici del Carroccio, svincolata dai fatti. Gli elementi emersi a carico dell’esponente leghista, sotto il profilo giudiziario, sono stati più forti dei messaggi veicolati dal leader Matteo Salvini. In Sicilia tutto questo si è tradotto in voti. Una traduzione capace di resettare la diarchia ideologica seguita sin qui dalla maggioranza giallo-verde, incentrata su Reddito di Cittadinanza e Quota 100, in modo da spostare in avanti la frontiera. Parlare di questione morale fa torto alla storia e a quanti, nel passato recente, hanno speso energie sull’argomento. Oggi la partita è fra corretti e corrotti, fra regole e rigori. I 5 Stelle, pur con tutti i loro problemi, hanno saputo superare i campi minati disseminati sul loro cammino dalla magistratura e dalla incapacità manifesta di alcuni personaggi imbarcati senza avere le condizioni di base per poter salire a bordo. L’assenza dei requisiti degli eletti, all’interno del Movimento, dovrebbe essere un argomento di seria riflessione, e non il balocco preferito dei padroni della comunicazione dei 5 Stelle, alla costante ricerca di cortine fumogene per mascherare gli errori e gli orrori.

La Lega, per convesso, su quelle mine è saltata. E pure male, nonostante l’abilità di Salvini nell’aggirare gli ostacoli. Così Enzo Alfano e Roberto Gambino hanno conquistato due Comuni fondamentali per l’Isola, quali Castelvetrano, la città del boss Matteo Messina Denaro commissariata dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose e recentemente al centro delle cronache giudiziarie, e Caltanissetta. In tutto, nei Comuni andati al ballottaggio, il Movimento ha eletto 33 consiglieri. E se per la Lega la Sicilia resta un tabù, il vero tema che fa da sfondo sono le parole d’ordine dei due partiti. La legalità e la lotta alla corruzione, in tempi di risacca, sono temi sempre verdi. Un po’ meno la lotta senza quartiere ai conduttori televisivi, orchestrata dalla Lega. Senza sottovalutare la questione Lombardia. La vicenda giudiziaria che coinvolge il governatore leghista Attilio Fontana è destinata a produrre più scorie di quante saranno le reali imputazioni. Toccare la Regione governata dal Carroccio, in tandem con Forza Italia, significa mettere sotto la lente il sistema di governo locale dei leghisti. E in Sicilia, certe storie, hanno un peso specifico molto forte. Alle prossime Europee spetta comunque il compito di stabile l’esatto ordine dei fattori.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
I giocatori della Dea festeggiano Gosens dopo il gol del 3-0
CHAMPIONS LEAGUE

Atalanta agli ottavi, un'impresa da Dea

Dai tre k.o. nelle gare d'andata alla qualificazione fra le prime otto d'Europa. Una scalata verso la storia
IL PUNTO POLITICO

Quel che resta dopo il Mes

La maggioranza tiene e approva la risoluzione sul Fondo salva Stati, ma nel M5S votano contro in quattro parlamentari
Il sindaco di Scalea Gennaro Licursi
COSENZA

Si assenta dal posto di lavoro: arrestato il sindaco di Scalea

Sospensi tre dipendenti dell'Asp accusati di essere complici del primo cittadino, Gennaro Licursi
Pastore con le greggi
UNESCO

La Transumanza è Patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Bellanova: "Siamo fieri di questo riconoscimento per la tradizione rurale italiana"
Il crollo a Montelupo Fiorentino
FIRENZE

Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

Il Sindaco: "Ho temuto il peggio, zona altamente frequentata per la presenza di ristoranti"
Marta Cartabia

Buone notizie

Grandi soddisfazioni per la nomina di Marta Cartabia alla presidenza della Corte Costituzionale, per la forte ragione...
Giuseppe Conte in Senato
IL VOTO

Mes, il governo supera lo scoglio del Senato

Ok delle Camere alla risoluzione della maggioranza ma il M5s si spacca sui dissidenti
ISTRUZIONE

E' boom di ripetizioni

Uno studente su tre prende lezioni private per alzare la media dei voti o per recuperare il deficit di apprendimento nelle aule...
FONDO SALVA STATI

Conte in Parlamento: non dividiamo l'Ue

Le comunicazioni del premier in vista del Consiglio Europeo del 12 e 13 dicembre. Tre parlamentari M5S pronti a passare alla...
Dettaglio dei graffi sulla Luna di Saturno, Encelado
SPAZIO

Chi ha graffiato la superficie di Encelado?

Ecco cosa sta succendento sulla luna di Saturno
Marta Cartabia
CORTE COSTITUZIONALE

Cartabia presidente: prima donna a guida della Consulta

Il suo mandato durerà nove anni ma sarà di portata storica: "Ho rotto un cristallo, spero di fare da...
Una studentessa nell'Università di Tokyo - Foto © Andrea DiCenzo per The New York Times
DISCRIMINAZIONE

Ragazze sempre più sole nelle università giapponesi

La denuncia del New York Times. In poche accedono a un'alta formazione