VENERDÌ 19 LUGLIO 2019, 00:02, IN TERRIS

La lezione indimenticata di Paolo Borsellino

PAOLO BORROMETI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Via d'Amelio il giorno in cui perse la vita il magistrato Paolo Borsellino
Via d'Amelio il giorno in cui perse la vita il magistrato Paolo Borsellino
E

rano le 16:58 quando i sismografi, a distanza di poco più di cinquanta giorni, tornarono a registrare un movimento del terreno a Palermo. Non era un terremoto ma, come nel caso di Capaci il 23 maggio, uno strage mafiosa. L’ennesima. Obiettivo dell’esplosione il giudice Paolo Borsellino che si era recato dalla madre per una visita. Appena arrivato davanti al portone, una Fiat 126 saltò in aria. Con Paolo Borsellino persero la vita sul colpo gli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta), Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Ventisette anni dopo e quattro processi celebrati a Caltanissetta, non abbiamo né i veri colpevoli nè la piena verità sui fatti.

Alcune certezze, solo questo. Come il falso pentito Scarantino, dei colpevoli poi reputati innocenti e un’infinità di incongruenze. C’è di certo che Borsellino non venne mai udito dai colleghi di Caltanissetta a cui fece richiesta per dir loro alcuni fatti che riteneva utili al fine di far luce sulla strage di Capaci, quella che spezzò la vita al collega Giovanni Falcone. E d’altronde che meglio di lui ne conosceva i segreti. Ma nulla. Nulla, così come la verità su quell’accellerazione data da cosa nostra alla morte di Borsellino. Cosa aveva scoperto il Giudice più esposto dopo la morte di Falcone? Rimane un altro dei misteri in questa partita fra pezzi di stato: quelli deviati che emergono dalla sentenza “Trattativa” e quelli che hanno sempre lottato per la verità. E la Giustizia. Non soltanto per Borsellino e i “suoi” ragazzi ma per un Paese, il nostro, che merita di conoscere i fatti realmente accaduti e con essi le responsabilità anche se indicibili. Solo così potremo voltare pagina, nel ricordo di questi martiri.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS

Quando le alchimie politiche non pagano

Dunque l’azione di governo s’interrompe qui. E finisce poco prima delle sedici di un martedì...
Matteo Renzi, Ignazio La Russa, Anna Maria Bernini ed Emma Bonino
CRISI DI GOVERNO

Tra voto e nuovo governo: il dibattito in Senato

Si susseguono gli interventi dei rappresentanti politici dopo i discorsi di Conte e Salvini
Giuseppe Conte e Matteo Salvini
CRISI DI GOVERNO

Conte ai senatori: "Rassegnerò le mie dimissioni"

Il presidente del Consiglio relaziona in Aula sugli scenari aperti dalla crisi
ISTRUZIONE

A rischio il ritorno dell'educazione civica a scuola

La legge non è ancora in Gazzetta ufficiale. La soluzione in extremis, pubblicarla e farla valere dalla riapertura...
Mario Balotelli durante la presentazione
SERIE A

La grande chance per Balotelli

La familiarità dell'ambiente di Brescia e il sogno Azzurro: un'opportunità per il rilancio definitivo
La nave militare Audaz messa a disposizione del Governo spagnolo
MAR MEDITERRANEO

Open Arms, la nave militare spagnola in soccorso dei migranti

La decisione presa dopo che alcuni profughi si sono buttati in acqua