SABATO 11 APRILE 2015, 000:01, IN TERRIS

Je suis chretien

MAURIZIO PICCIRILLI
Je suis chretien
Je suis chretien
maurizio_piccirilliUna lezione per tutti noi. Europei, occidentali. Farisei come quelli che duemila anni fa con la loro ipocrisia assistettero alla crocifissione sul Golgota di Gesù. Una lezione perché non basta il continuo e accorato appello di Papa Francesco a risvegliare le coscienze e impegnarsi per fermare la persecuzione dei cristiani. Ai primi di gennaio dopo le stragi di Parigi tutti divennimmo Chiarlie Hebdo, anche i tanti che non ne condividevano la satira blasfema. Poche settimane dopo gli attentati a Copenaghen vide meno indignazione, forse più paura. Certo nessuno, nel mondo cosiddetto civile, scese in piazza. L'ondata di sdegno ritrovò nuova spinta dopo la strage al Museo Bardo di Tunisi. Ma pochi hanno detto "Je suis Bardo" nonostante le manifestazioni e la solidarietà espressa dai governi alla Tunisia.

In Siria, in Iraq, in Pakistan, in Kenya le milizie che si richiamano all'Isis hanno messo in atto un piano di pulizia religiosa eliminando i cristiani e distruggendo le chiese. Le piazze d'Europa, se si esclude quella di San Pietro, non si sono riempite di folle che scandiscano slogan contro queste stragi. Solo qualche dichiarazione per scopi elettorali dei farisei professionisti della politica.

Papa Francesco chiese alla comunità internazionale una mobilitazione contro queste atrocità senza scontro di civiltà. Qui non si tratta di guerra di religione ma di una strategia del terrore che prende di mira i cristiani, gli stessi musulmani sciiti e sunniti, minoranze etniche, e la cultura tout court. L'Europa, troppo intrisa del pensiero debole, ancora intimorita da quanto accaduto nei due conflitti mondiali del Novecento, è timorosa. Attendista. Ipocrita. Soprattutto non ha un'identità cristiana, persa con l'illuminismo e il relativismo.

Charlie Hebdo sono stati anche i cristiani di sincera fede. Ma nessun laico agnostico si professa "chretien". Questa è una vittoria per i terroristi jihadisti: sono riusciti a instillare tanta paura come fecero i nazisti alla fine degli anni Trenta del XX secolo ottenendo così che la gente rimanesse impassibile alla deportazione e alla strage di ebrei. In Medio Oriente il "genocidio" dei cristiani è cominciato. La nostra inerzia potrebbe farlo continuare. Possiamo non credere in Gesù e nella sua Chiesa ma almeno ora gridiamo "Io sono cristiano".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
Papa Francesco in piazza San Pietro
PAPA FRANCESCO

"Educhiamo i giovani all'arte del dialogo"

Ricevuti gli ambasciatori di Yemen, Nuova Zelanda, Swaziland, Azerbaijan, Ciad, Liechtenstein e India presso la Santa Sede
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso