SABATO 06 AGOSTO 2016, 000:02, IN TERRIS

Il prezzo della modernità

AUTORE OSPITE
Il prezzo della modernità
Il prezzo della modernità
 

Questa società è affetta da una "sindrome da acquario". Per conoscere le idee, i sentimenti di una persona, anche cara, non c'è più bisogno di incontrarsi, di parlare o addirittura, come una volta, di scriversi. Anche le belle dichiarazioni d’amore sono sparite; eppure appena pochi anni fa, in quella che i giovani considerano ormai preistoria, ci si scriveva tra innamorati. Addirittura i più sentimentali utilizzavano lettere profumate.

Oggi la cosa fa ridere, ma allora, sul tema dell'amore, si cimentavano poeti e romanzieri. Oggi basta andare su Fb o su qualche altro social e si trova di tutto, addirittura la video ripresa dell’analisi del sangue e di una corsa all’impazzata, nella notte, rischiando la propria e l'altrui vita.

E non mancano le confessioni, magari corredate da foto, di momenti che una volta sarebbero stati " riservati ". Non si estraniano da questa moda neanche i politici o i cosiddetti vip o, addirittura, Capi di Stato o leader religiosi.

Sta scomparendo la parola e tornano in auge i segni, i simboli, le “faccette”, quelle che i nostri antenati scrivevano sulla pietra, solo che invece del sasso per ferire la pietra oggi abbiamo il computer.

Anche i libri, con il loro caratteristico profumo nello sfogliarli, stanno perdendo la loro funzione e il loro fascino a beneficio delle foto e delle frasi ricercate ed intelligenti, molte delle quali copiate da internet. Insomma la fantasia ed il sentimento sembrano cedere il posto all'informatica.

Questo il prezzo da pagare alla civiltà che avanza e che contagia un po' tutte le categorie e figure?! Fa tenerezza Il Santo Padre che richiama le suorine di clausura a non perdere tempo su Fb e dedicarsi di più alla contemplazione e alla preghiera. Chissà, forse, anche sui social si riesce a divulgare messaggi d'amore e di questi tempi, alla fin fine, meglio le suorine informatizzate che svelano i segreti della clausura che le comunicazioni di terrore che stanno ormai ammorbando la vita di tutti i giorni.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Papa Francesco incontra il clero locale nella Cattedrale di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"In Gesù le nostre piaghe sono risorte"

Testo integrale del discorso del Pontefice ai religiosi, consacrati e seminaristi nella Cattedrale di Santiago
Papa Francesco nel Carcere femminile di Santiago del Cile benedice i bambini Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"La maternità non è e non sarà mai un problema"

Il Pontefice in visita al carcere femminile di Santiago: "La sicurezza pubblica si costruisce con il lavoro"
Papa Francesco saluta le detenute del Carcere femminile di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"Siete privi di libertà non della dignità"

Testo integrale del saluto del Pontefice alle detenute del Carcere Femminile di Santiago del Cile
Milano, i Vigili del fuoco sul luogo della tragedia
TRAGEDIA SUL LAVORO

Milano, tre operai morti intossicati in fabbrica

Si aggrava il bilancio dell'intossicazione nello stabilimento metalmeccanico: gravissimo il quarto lavoratore
Kosovska Mitrovica, la scena del crimine
KOSOVO|LEADER SERBO UCCISO

Tensione alle stelle tra Belgrado e Pristina

Oliver Ivanovic assassinato a Kosovska Mitrovica. Vucic ritira la delegazione da Bruxelles
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie