DOMENICA 05 FEBBRAIO 2017, 000:01, IN TERRIS

Il paradosso della vita

PAOLA RICCI SINDONI
Il paradosso della vita
Il paradosso della vita
Lachaim (alla vita!) è il brindisi che da secoli si scambiano gli ebrei ad ogni festa e che equivale al nostro “salute!”, un modo per celebrare un bene che da sempre la Sacra Scrittura, anche nei suoi testi più pessimisti come il Qohelet o Giobbe, considera come una ricompensa di cui si deve trarre beneficio senza rimorsi. Segno concreto della gratuità della creazione, che riempie l’universo delle infinite forme dei viventi e di cui dobbiamo osservarne la bellezza, l’originalità, anche quando si esprime nei modi del dolore, della fatica, dell’insignificanza, dell’emarginazione. Non si tratta certo – questa è una importante lezione che ci ha lasciato Madre Teresa – di amare la vita sofferente, la vita morente, ma di amare la vita malgrado la sofferenza, malgrado la fatica, malgrado l’emarginazione.

La 39° Giornata nazionale per la vita (5 febbraio 2017) ha preso come guida questa Santa straordinaria dei nostri giorni, per ricordare a tutti noi che sono i due estremi della parabola vitale –i bambini e gli anziani - a rappresentare la densità esistenziale del nostro stare al mondo con la semplicità e la sapienza che li caratterizzano.

Come è capitato ad altre parole, anche il nome antico della vita, estenuata e svilita in tanti rivoli ideologici, sparsi sul terreno fragile della retorica politica, dei proclami delle nuove scienze ecologiche, continua ad evidenziare il suo ambiguo utilizzo, quasi a nascondere interessi di parte, strumentalizzazioni economiche su larga scala, imprese ideologiche, volte a considerare la vita un bene di profitto da governare, da indirizzare, da amministrare, ad esempio, attraverso le nano-tecnologie, la biologia molecolare, l’ingegneria genetica.

Questa Giornata, però, non ci guida ai grandi problemi scientifici e bioetici che attraversano i confusi scenari valoriali del nostro tempo, ma ci orienta in modo sorprendente a considerare anche la semplice realtà del sogno, che la Sacra Scrittura ha sempre indicato come la via piccola e certa per giungere alla verità degli eventi. Il sogno, dimensione spirituale che appartiene ad ogni uomo, diventa nei bimbi e negli anziani la cifra dell’invisibile che ci avvolge e che può orientarsi nel vivere.

Un pensiero per i tanti anziani che vivono in mezzo a noi: essi sono coloro che realizzano gradualmente una umanità “diversa” da quella affaccendata intorno agli strumenti di lavoro e intorno alla lotta per strappare alla natura e alla storia il sostegno biologico e culturale dell’esistenza. Se può vantare una vita ben vissuta, il senescente può davvero destinare la densità del suo tempo nuovo, per coltivare la qualità delle relazioni umane dentro e fuori la famiglia. Avendo già provato la fatica della trasformazione del mondo, può testimoniare che tale fine non è il fine ultimo. L’ultimo fine è infatti la fruizione e non il consumo del mondo. Di questo tutti abbiamo un estremo bisogno e siamo grati al loro modo di vivere la vita, colta come accettazione della dipendenza creaturale, là dove ci si alimenta della gratuità, del dono e della fiducia.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Spiaggia sul Tevere
IL PROGETTO

Tevere, una spiaggia a Ponte Marconi

La sindaca Raggi lo annuncia in Campidoglio: "Lido entro l'estate 2018"
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Vladimir Putin
RUSSIA

Putin, un fiume in piena

Elezioni, economia e politica estera i temi affrontati in oltre 3 ore di conferenza stampa
Il vicepresidente Usa, Mike Pence
GERUSALEMME CAPITALE

Rinviata la visita di Pence

Viaggio spostato "di qualche giorno". Sulla decisione pesano anche le tensioni con la Palestina
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori