MARTEDÌ 10 SETTEMBRE 2019, 00:02, IN TERRIS

Il delicato equilibrio del Conte II

MARCO FRITTELLA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
N

essuno si nasconde la difficoltà di una coabitazione tra Pd e M5s che nei prossimi mesi sarà messa alla prova su molteplici tavoli – dalle concessioni autostradali ai tempi e alle condizioni del taglio dei parlamentari, dai decreti sicurezza alle grandi opere pubbliche, senza naturalmente sottovalutare la battaglia di sottogoverno – e che soprattutto dovrà provare in tutti i modi ad affrontare bene la congiuntura economica, dando una spinta allo sviluppo per mettere al riparo l’Italia dal passo all’indietro e la maggioranza da proteste e accuse. Se per esempio si decidesse di rivedere “quota 100” tanto cara alla Lega per drenare risorse utili per evitare l’aumento automatico dell’Iva, democratici e grillini dovrebbero aspettarsi un ribollire delle piazze convocate da Salvini e Meloni. Che appunto ieri hanno voluto anticipare quale sarà la loro condotta nei prossimi mesi: faranno un’opposizione non solo nelle aule parlamentari (tra l’altro con i presidenti di commissione leghisti inchiodati al loro posto e in grado di creare non pochi problemi ad una maggioranza così eterogenea) ma soprattutto col megafono in piazza. La polemica cavalca già ora l’accusa di “trasformismo” rivolta a due arcinemici che si alleano per impedire al terzo incomodo di vincere le elezioni con più del trenta per cento dei voti. Per rispondere a questa accusa, molto utile sotto il profilo della raccolta del consenso, il governo dovrà produrre fatti concreti, miglioramenti visibili, risultati tangibili per la pubblica opinione: il rischio di ricadere nella paralisi che ha caratterizzato gli ultimi sei-otto mesi del governo Conte-uno è presente a tutti.

Per il momento, il presidente del Consiglio nel suo lungo discorso programmatico ha fatto del suo meglio per trovare, almeno lessicalmente, dei punti di incontro, dei compromessi possibili, sia pure finendo talvolta per cadere nel generico. Molto della coabitazione demo-grillina sarà appesa nei prossimi mesi all’abilità dell’avvocato pugliese che, per essere un novizio del governo, ha saputo dimostrare non solo di essere duttile e scaltro ma anche capace di assumere un ruolo di prima fila. Sarà un’impressione ma ripetere più volte “i miei ministri” – come lui ha fatto ieri e come nessun suo predecessore della prima e seconda Repubblica si sarebbe sognato di dire - tradisce una volontà di crescente protagonismo: Conte farà del suo ufficio di palazzo Chigi la vera stanza di compensazione senza intermediari titolati (senza vice, insomma) degli interessi dei due partiti. Se Pd e M5s negassero a Conte questo margine di manovra metterebbero a rischio essi stessi e anzitempo la sopravvivenza del governo. Più che un torto a Conte, farebbero un piacere a Salvini.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vacanze
FERIE

In vacanza a settembre 3 italiani su 10

Come cambiano i flussi turistici: giovedì a Roma un convegno sulle prospettive di un settore-chiave (5% del pil)
Test dell'Hiv
MESSINA

Nasconde l'Hiv e contagia 4 donne

Una di loro, l'ex compagna da cui aveva anche avuto un figlio, è poi morta
SANITÀ

Muore per una semplice trasfusione

Secondo le prime indagini, alla base uno scambio d'identità
La certificazione del record (foto Ansa)
RECORD

Il profiterole da Guinness è Made in Italy

Per realizzare la torta i pasticcieri di Latina hanno usato novemila bigné. Il primato precedente era svizzero
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
GOVERNO

Conte II, giurano i sottosegretari

La cerimonia si è tenuta a Palazzo Chigi
Norcia, terremoto del 2016
TERREMOTO

Scossa 3.0 in Umbria

Quattro eventi nel giro di 20 minuti con epicentro a Norcia
PENSIONE

Riscatto laurea: si studia sconto anche per lavoratori pre-1996

La norma attuale prevede agevolazioni per chi versa i contributi da dopo il 1996. Nel 2019 già 32mila domande
Willy il Coyote e Bee-Beep - Foto © Looney Tunes
TELEVISIONE

Buon compleanno Willy il Coyote, 70 anni senza arrendersi

Il 16 settembre 1949 nasceva dalla penna di Chuck Jones il cartone animato-simbolo della ricerca della felicità