SABATO 23 MAGGIO 2015, 000:15, IN TERRIS

Cultura della legalità? Politica distratta

AUTORE OSPITE
Cultura della legalità? Politica distratta
Cultura della legalità? Politica distratta
Falcone disse “La mafia è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine...”, e questa sua frase ha una valenza storica, fa intendere che il fenomeno va visto nel lungo periodo. Non dimentichiamo che la mafia ce l’abbiamo dal 1600 in Italia, e a mano a mano si è radicata sempre più. Con le forme attuali, la possiamo far partire dalla fine del 1800. Ma sarebbe sbagliato interpretare le parole di Falcone come se delineassero un viaggio lineare, perché la lotta alla criminalità non ha una direzione univoca, una linea diretta verso un punto; fa dei passi avanti, ma anche dei passi indietro.

hqdefaultForse questo è un momento storico nel quale siamo tornati indietro di qualche anno. Il periodo più efficace di contrasto alla mafia è stato certamente quello della fine Anni 90, poi c’è stato un arretramento.
Il dato del Censis per il quale il 52% degli italiani non vede più la mafia come un pericolo va analizzato. Sono abbastanza ottimista di carattere, ma su questo fronte vedo solo una diversa modalità di azione della criminalità in questi ultimi 20 anni; essendo meno visibile ha meno impatto sull’opinione pubblica, per ci può essere una sottovalutazione di chi non è addetto ai lavori.

Chi invece è ogni giorno in prima linea sa che oggi la mafia esiste ma si muove principalmente in forme non visibili, e cioè: corruzione, riciclaggio, contraffazione (che non è avvertita affatto come un crimine nemmeno dai cittadini), la prostituzione (che altro non è che la faccia visibile del business che sta dietro e cioè la tratta di esseri umani). Per cui diciamo che la mafia si è inabissata, pertanto viene meno avvertita come un problema dalla gente che peraltro, oggi, ha il problema della crisi economica come prioritario rispetto a qualunque altra problematica.

Quanto a quel 23 maggio di Capaci, l’emozione è ancora fortissima, una sensazione stringente. Era il periodo in cui un pool di magistrati si riuniva dandosi appuntamento un po’ in tutta Italia per organizzarsi nella lotta alla mafia… E vedere cosa successe fu traumatizzante. Situazioni che poi ho vissuto in parte nel ’93 nei vari attentati di Firenze, Milano, Roma come sostituto procuratore antimafia.

Sono passati molti anni da quel periodo, eppure a livello di cultura della legalità siamo ancora deboli. Purtroppo il malaffare è talmente diffuso che la legalità fa fatica a fare capolino. Io ritengo che ci voglia molto lavoro nelle scuole, fatto da personale qualificato; quando i ragazzi vengono stimolati nel verso giusto rispondono, dunque c’è una grande speranza nelle nuove generazioni.

Ciò che manca, al solito, è la consapevolezza da parte dei politici della gravità del fenomeno, per cui troppo spesso si cerca di minimizzare, non si affrontano i problemi come andrebbero approcciati dal punto di vista legislativo. E poi teniamo presente che abbiamo un Codice di procedura penale che nella parte dibattimentale funziona molto poco.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android