GIOVEDÌ 20 OTTOBRE 2016, 000:02, IN TERRIS

Come si combatte la corruzione

GIUSEPPE TIANI
Come si combatte la corruzione
Come si combatte la corruzione
La Polizia rende alla collettività, attraverso il mantenimento dell’ordine pubblico, un servizio che si rivela come l’indicatore della qualità democratica del Paese e della sensibilità civile del suo sistema politico di governo. In ciò risiede l’essenza stessa della democrazia, che pretende il giusto contemperamento di libertà e legalità. Il nostro benessere non si rileva solo dai consumi, ma in base anche all’efficienza dei servizi che uno Stato rende alla collettività, in primo luogo appunto sicurezza, giustizia e cultura della legalità, nella speranza di una rinnovata moralità della vita pubblica.

I fenomeni degenerativi e immorali danno sempre l’impressione di essere in aumento, dovremmo essere tutti più consapevoli che l’illegalità diffusa e la mancanza di sicurezza può sfibrare il tessuto sano di una società. Uno Stato che deve garantire equità nella distribuzione delle risorse così come dei sacrifici certamente non può tollerare livelli di evasione fiscale come quelli attuali, nonché i livelli di corruzione denunciati dalla Corte dei Conti, entrambi i fattori sono incompatibili con uno scambio fiscale equilibrato, e ne va della credibilità e qualità della politica di governo. Così come non si può estrapolare il problema della corruzione dal contesto generale, occorre lavorare su percorsi e scelte incisive, attraverso le quali attivare un circuito virtuoso di legalità e sviluppo economico equilibrato.

Sviluppo, sicurezza dei cittadini, efficienza delle istituzioni sono legati in maniera indissolubile alla cultura della legalità, temi e problemi connessi tra loro dove ognuno di essi influenza l’altro in maniera positiva o negativa. Sul tema dei fenomeni corruttivi in questi due anni e mezzo, che coincidono con la nomina del Governo e quella del dott. Cantone alla guida dell’Anac, abbiamo registrato una sensibilità e un impegno più incisivo e visibile nella lotta alla corruzione. Va dato atto che in questi ultimi tre anni sul piano della legislazione sono stati fatti passi avanti, considerato che è stato trasformato e aggravato il sistema sanzionatorio contro la corruzione e precedentemente era stato creato un impianto più ampio per quel che riguarda la prevenzione. Ragione per cui lo stesso ruolo dell’Anac, soprattutto per le scelte operate dall’esecutivo, è diventato sempre più incisivo, con nostra gioia. Eppure contemporaneamente continuiamo ad avere manifestazioni di cronaca che danno quantomeno la sensazione che i fenomeni corruttivi sono in aumento, anche al di là di certe statistiche sulla percezione della corruzione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Carlo Calenda
ALITALIA

Calenda: "Offerta Lufthansa va migliorata"

Il ministro dello Sviluppo economico a 'Circo Massimo': "Collegamenti più efficienti possibile"
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, stanno bene. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
I fotogrammi della drammatica fuga del disertore
COREA DEL NORD

Disertore inseguito oltre confine: violato l'armistizio

Il fuggitivo nordcoreano è stato colpito 5 volte e rincorso nella zona demilitarizzata