Il cinema punta a conquistare lo spazio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:03

La settimana scorsa, una società ha annunciato che prevede di collegare e attivare il primo studio cinematografico spaziale e una sorta di “arena sportiva” alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) già nel 2024. L’azienda, chiamata Space Entertainment Enterprise ha anche reso nota la collaborazione con il costruttore di stazioni spaziali commerciali Axiom Space, che due anni fa ha vinto un contratto con la NASA per la costruzione di una nuova stazione spaziale sperimentale commerciale, che verrà agganciata alla ISS. Il primo modulo della nuova stazione di Axiom Space, chiamato SEE-1, verrà collegato ad un nodo della ISS e sarà il primo di tanti. Quando la stazione spaziale e commerciale di Axiom Space verrà ultimata, indicativamente nel 2028, si separerà dalla ISS con il SEE-1 ancora agganciato.

Nel frattempo, il modulo SEE-1 ospiterà produzioni televisive e cinematografiche, nonché eventi musicali e alcuni tipi di sport, che potranno essere filmati o trasmessi in live streaming, come dichiarato dall’azienda in un comunicato stampa che annuncia la notizia.
I video animati esplicativi e le immagini rilasciate del modulo SEE-1, sul sito Web dell’azienda, presentano il modulo come una gigantesca sfera bianca. Non sono state rilasciate immagini o descrizioni degli interni. Secondo il comunicato stampa, il modulo SEE-1 sarà un modulo gonfiabile che si estenderà fino a 6 metri di diametro e conterrà tecnologie nel mondo musicale e dello sport che verranno messe a disposizione di terzi che, in futuro, le vorranno utilizzare per i propri progetti spaziali. Non sono state fornite stime di costi o budget per il progetto, né tantomeno Space Entertainment Enterprise comunica il costo per un futuro utilizzo o “noleggio spaziale” dello studio.

L’aggiunta di un luogo di intrattenimento dedicato ad usi commerciali, quale SEE-1, amplierà l’utilità della stazione come piattaforma per una base di utenti globale e farà capire a tutti la reale gamma di opportunità offerte dalla nuova economia spaziale”, dichiara Michael Suffredini, CEO di Axiom Space. Con l’annuncio di settimana scorsa di Space Entertainment Enterprise si è anche fatta avanti la società di produzione cinematografica di Tom Cruise, che sembra voler produrre un misterioso film spaziale, comunicando sui social il coinvolgimento, a breve, di Tom Cruise e annunciando che “l’attore viaggerà e registrerà un film nello spazio”.

Nel 2020, infatti, la NASA ha annunciato che stava lavorando con il famoso attore per programmare un lancio per portarlo sulla Stazione Spaziale Internazionale per un progetto cinematografico ancora non ben definito. Secondo quanto riferito, il viaggio dell’attore nello spazio avverrà sulla capsula Crew Dragon di SpaceX, che ora viene normalmente utilizzata per “traghettare” in modo continuativo gli astronauti della NASA da e verso la ISS.

Nei primi mesi del 2021, la NASA ha poi ufficializzato il coinvolgimento di Axiom Space nel progetto spaziale “Tom Cruise in orbita”. Axiom Space, infatti, oltre a costruire stazioni spaziali, ha anche stipulato un contratto con la NASA e SpaceX per acquistare “corse”, utilizzando la capsula Crew Dragon di SpaceX, per inviare privati ​​​​sulla ISS. La prima missione spaziale privata di Axiom Space su un Crew Dragon, chiamata Axiom-1, sembra essere programmata per marzo di quest’anno. Tuttavia, non esiste ancora una data o una conferma prestabilita per il volo di Tom Cruise. Per quanto riguarda ciò che l’attore ha in programma di filmare nel cosmo (e poi produrre), tutto ciò che è stato riportato finora è che è stato coinvolto il regista Doug Liman e che il film, che dovrà essere girato in pochissimi giorni, non farà parte della saga di Mission: Impossible.

L’anno scorso, una troupe russa ha girato per la prima volta un lungometraggio nello spazio, battendo sul tempo Cruise e il suo regista Doug Liman. The Challenge, questo il nome del lungometraggio, dovrebbe uscire nei prossimi mesi. Cruise e Liman, nel frattempo, sperano di girare e proiettare il loro film sulla ISS entro la fine del 2022.
Space Entertainment Enterprise è stata co-fondata dai produttori Elena e Dmitry Lesnevsky. La loro azienda vanta un elenco impressionante di consulenti che sono stati ex dirigenti Viacom e HBO. La società afferma di essere attualmente alla ricerca di investitori per il progetto spaziale “Tom Cruise”, che sembrerebbe, al momento, avere una budget di almeno 200 milioni di dollari. Tuttavia, è possibile che il budget possa essere anche più alto. Si pensa che un solo posto sulla Crew Dragon di SpaceX possa costare circa 55 milioni di dollari. La NASA, inoltre, addebita costi aggiuntivi per gli astronauti privati ​​che utilizzano le strutture della stazione spaziale mentre sono in orbita. Proprio per questo, Space Entertainment Enterprise ha dichiarato che prevede di condurre a breve un round di raccolta fondi da futuri investitori.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.