MERCOLEDÌ 22 LUGLIO 2015, 000:10, IN TERRIS

Attacco ai nonni

AUTORE OSPITE
Attacco ai nonni
Attacco ai nonni
d'angeloLe sentenze si applicano e non si discutono. Eppure ci sono alcune volte dove il contraddittorio è inevitabile, persino necessario. E' il caso della sentenza n. 8100 del 21 aprile 2015, nella quale la Cassazione prende una posizione che non può essere condivisa. Alla base, per i Supremi Giudici vi sarebbe l'interesse del bambino e il timore di alterarne la crescita e l'equilibrio in presenza di gravi dissidi tra nonni e genitori; per questo è ammesso il divieto di ogni contatto. Io credo invece che un bambino cresca traumatizzato dall'assenza dei nonni e credo che si domanderà, crescendo, il perché dell’odio dei suoi genitori nei confronti dei nonni che poi rappresentano anch’essi papà e mamma.

Quale rispetto può avere un figlio nei confronti di un padre che è in lotta con le persone che l'hanno messo al mondo?! Nella mia esperienza di dirigente di polizia mi sono occupato di casi analoghi: il bambino veniva "usato " dai genitori per punire i nonni. E il più delle volte il litigio era originato da squallide questione di interesse.

Credo quindi che questa sentenza sia un altro colpo nei confronti della famiglia tradizionale che prevede un padre, una madre e i nonni. A Falconara, cittadina nei pressi di Ancona, il 24 luglio, vi sarà un’originale maratona, chiamata Nonni e nipoti, dove camminano insieme, tenendosi per mano, per alcuni chilometri. Insomma una festa del Nonno, figura indispensabile per la famiglia. Un messaggio di amore, condivisione e speranza; non di divisione come quello veicolato dalla sentenza.

Una testimonianza sempre più importante nel mondo di oggi, in un momento in cui i valori della famiglia sono costantemente messi in discussione non solo a livello culturale ma anche e soprattutto a livello legislativo. Gender e matrimoni gay sono solo due dei temi che si sta cercando di far passare "per legge"; la demolizione sistematica e costante dei pilastri del nucleo della società sembrano essere tasselli di un unico perverso disegno: eliminare la radice dell'uomo basata sui rapporti tra un uomo e una donna, anche minando alle fondamenta quei tramandare tradizioni e pensieri che, col dialogo costante tra generazioni, lega il passato al futuro permettendo di vivere a pieno il presente.

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti