DOMENICA 09 GIUGNO 2019, 00:02, IN TERRIS

Quel filo tra Cielo e Terra

MONS. MICHELE PENNISI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Gesù ascende al Cielo
Gesù ascende al Cielo
N

el binomio cielo e terra è racchiusa la descrizione di tutto il cosmo. Il cielo è una parte dell’universo diversa dalla terra ma in relazione con la terra. Il cielo e la terra sono continuamente presenti nella Bibbia dalla Genesi all’Apocalisse, dalla creazione al compimento finale in un universo rinnovato, composto come il nostro di “nuovi cieli e nuova terra” (2 Pt 3,13; Ap 21,1). Nel parlare di cielo e di terra, volendo superare le categorie spaziali, parliamo in termini astratti di trascendenza e immanenza, di aldilà e di aldiquà, d’intimità e di esteriorità, di profondità e di superficialità.

Anche se noi abbiamo i piedi ben piantati sulla terra, sentiamo una nostalgia del cielo e speriamo che dietro a quella grande volta celeste che ci avvolge ci sia qualcuno che ci protegge ed è presente nella nostra vita.  Il mistero dell’ascensione di Gesù al cielo non è un salire in alto fra le stelle come un astronauta lanciato nello spazio, ma un entrare nella realtà misteriosa di Dio, in cui “viviamo, ci muoviamo ed esistiamo” (At 17,28). Il cielo per noi cristiani non è spazio siderale di cui si occupano gli scienziati, né il cielo astratto della trascendenza di cui si occupano i filosofi, né il cielo simbolico dei poeti, ma, come ha detto Benedetto XVI nel 2009, qualcosa di molto più ardito è sublime: “Cristo stesso, la Persona divina che accoglie pienamente e per sempre l’umanità, Colui nel quale Dio e l’uomo sono per sempre inseparabilmente uniti”. In Gesù Cristo la gloria celeste di Dio si coniuga con la pace sulla terra per gli uomini destinatari della benevolenza divina, il cielo è presente sulla terra.

Contemplare Gesù asceso in cielo, non significa dimenticare la terra, nella quale il Signore Risorto continua a essere presente in modo nuovo, con una presenza che supera i limiti spaziali e temporali. Noi pur guardando il cielo non possiamo dimenticare i problemi della nostra terra: la mancanza di un significato ultimo della vita per i drammi dell’esistenza che spinge al suicidio o all’eutanasia, lo spaesamento e il disorientamento in una società globalizzata, lo squilibrio crescente fra paesi ricchi e paesi poveri, i disastri ambientali causati dal non rispetto del creato, la crescita del senso d’insicurezza e di paura che porta a costruire muri fisici o mentali e a invocare un uomo forte, la persecuzione più o meno cruenta dei cristiani in tante nazioni, la presenza della corruzione e delle mafie diffuse in tutte le regioni del nostro paese, le condizioni di povertà di tante famiglie, la disoccupazione e l’emigrazione forzata di tanti nostri giovani a causa della crisi economica, l’esodo di tante persone in fuga dalla guerra e dalla povertà molti dei quali hanno trovato nel Mediterraneo la loro tomba.

Non possiamo stare inerti a guardare il cielo e a sognare una realtà evanescente, ma siamo chiamati a rianimare un mondo in agonia con l’ossigeno del Vangelo e a impegnarci per rendere più abitabile la nostra terra e a rinnovarla con il soffio vitale dello Spirito santo. Il tempo della Chiesa dall'ascensione alla venuta finale di Cristo non è il tempo né della nostalgia del passato, né della tristezza per la partenza di Cristo, né dell'angoscia per l'incertezza del futuro, né dell'evasione verso la ricerca di altri mondi, né del sogno di una Chiesa ideale, né dell'utopia di una nuova società, ma il tempo dell'attesa del compimento ultimo, carico di un impegno personale e sociale

Diceva San Paolo VI nel 1976: ”Il cristiano, pellegrino verso il Cristo oltre il tempo, proprio in virtù del suo insonne amore al Cristo glorioso dell’aldilà, sa scoprire il Cristo bisognoso dell’aldiquà; egli intravede il suo Cristo, degno di totale dedizione, nel fratello povero, piccolo, sofferente ove l’immagine mistica di Gesù celeste, secondo la sua divina parola, s’incarna nell’umano dolore terrestre”. La speranza cristiana fondata sulla certezza della presenza di Cristo Risorto favorisce lo sviluppo della libera creatività di ogni persona e genera spazi comunitari dove insieme, come compagni di viaggio di ogni uomo e di ogni donna disposti a fare con noi un tratto di cammino, cerchiamo di affrontare i tanti drammi della nostra società.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'Hindu Raj
PAKISTAN

Alpinisti italiani travolti da una valanga

L'ambasciata: "Non ci sono vittime fra i nostri connazionali". Morto un pachistano
La centrale di Arak
L€ATOMICA

Nucleare: l’accordo tra Usa e Iran non esiste più

Entro dieci giorni Teheran potrebbe produrre 300Kg di uranio
Franco Zeffirelli
CINEMA

Zeffirelli, Firenze rende omaggio al suo maestro

La camera ardente del regista allestita a Palazzo Vecchio
Salvini arriva a Washington
WASHINGTON

Salvini all'Ue: "Non accettiamo più briciole"

Da Oltreoceano il vicepremier manda un messaggio alle istituzioni europee: "Flat tax sì, fatevene una ragione"
Francesco Belsito
LA SENTENZA

Processo Siram: assolto Belsito

Il pm aveva chiesto 4 anni per l'ex tesoriere della Lega Nord
Luca Poniz
NOMINE

Csm, Poniz: "Politica si assuma responsabilità"

Il neo presidente dell'Anm: "Da tempo criticavo la magistratura associata"
BERGAMO

Travolto al posto di controllo, morto un carabiniere

Investimento nella notte, il conducente forse era ubriaco
INCIDENTI STRADALI

Roma, donna investita da autobus è grave

Sulla ricostruzione della dinamica sta lavorando la Polizia Locale
Paramilitare
AMERICA LATINA

Nicaragua: i paramilitari attaccano due chiese

Lanciate bombe “stordenti” e colpiti i fedeli all'uscita delle celebrazioni eucaristiche
Il blackout
L'EVENTO

Maxi-blackout, al via le indagini in Argentina e Uruguay

Servizio ripristinato dopo oltre 15 ore. L'inchiesta accerterà le cause del guasto
LOTTA AGLI STUPEFACENTI

Palermo: sbarca con 21 chili di droga, arrestato

Misura cautelare effettuata nei confronti di un incensurato
Bomba carta (immagine di repertorio)
RIONE SAN GAETANO

Bomba carta e "stesa" a Napoli: scene da guerriglia

L'ordigno artigianale è esploso davanti l'ingresso di una palazzina di via Teano
La petroliera in fiamme nel golfo di Oman
MARE DI OMAN

Attacco alle petroliere: gli Usa valutano l'invio di truppe

Ma il Giappone chiede agli Usa "Prove concrete" contro l'Iran "oltre le speculazioni"
Joshua Wong
ASIA

Hong Kong: è libero il leader degli ombrelli

Scontata la pena di due mesi per le manifestazioni del 2014
Mario Conoci
ELEZIONI COMUNALI IN SARDEGNA

Mario Conoci è il nuovo sindaco di Alghero

Centrodestra in testa anche a Cagliari, il Centrosinistra a Sassari
Lavoro

Zero, qualcosina

In questi ultimi giorni si è data enfasi sulla crescita dell'occupazione in modo tale che i media potessero...