DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019, 00:02, IN TERRIS

La luce di Carlotta

DON GIUSEPPE TRAPPOLINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
M

i ha colpito molto la descrizione della chiamata di Levi, della chiamata di Zaccheo, fatta da padre Marko Rupnik. Gesù chiama, prendendo la vita di Levi dalla parte sbagliata. Lo chiama mentre sta "rubando". Quello che Gesù cerca è l'uomo integrale: così come egli è, non la parte migliore. La vocazione, in ambedue i casi, coincide con la redenzione. La peculiarità, poi, è che il nome stesso di Zaccheo significa "innocente", il contrario di quello che era Zaccheo. Cristo vede Zaccheo e Levi alla fine, non all'inizio. Quando li chiama vede la loro redenzione e li accetta integralmente. Noi guardiamo a ciò che deve fare l'uomo nella sua idealità non nella sua concretezza e allora, molte volte, seguire il Cristo significa diventare schizofrenici. Si crede di seguire, di emulare Gesù ma in realtà poi ci si comporta in altro modo. Mostrando sempre il proprio "Io" nascondendo volontariamente o involontariamente i propri "buchi neri". 

Gesù incontra l'uomo esprimendo quello che veramente è: emanando la luce. Con lui tutto viene illuminato. Conformarsi a lui significa conformarsi alla Pasqua ed esprimere il concetto di resurrezione. Purtroppo,non ne abbiamo fatto mai realmente esperienza. Questo, forse, perché non pensiamo mai di poter essere morti. In Efesini, Paolo, ci dice: "Da morti che eravamo siamo tornati in vita". Ma abbiamo mai fatto esperienza di morte? Di morte dentro? L'abbiamo mai presa in considerazione? Ce ne siamo accorti? Ecco allora che mentre padre Rupnik faceva questa riflessione, mi è venuto in mente l'incontro che anni fa ebbi con Carlotta Nobile. Chi incontrai quel giorno nel mio ufficio parrocchiale? Una bella ragazza? Una grande studiosa? Una storica dell'arte? Una grande violinista? Che cosa mi ha toccato veramente? La sua malattia? I suoi problemi? Non credo: tante volte ho visto gente bellissima, bravissima; ho incontrato persone con tanti problemi, ma poche volte sono stato toccato dentro in quel modo. Forse quando mi ha accompagnato tenendomi per mano Madre Teresa, o quella volta che il mio sguardo si incrociò con quello di Paolo VI, o una di quelle volte che mi abbracciò Giovanni Paolo II, o quando sento la voce di Don Gaspare, il mio padre spirituale che sta in Perù.

Certo la mia vita è costellata di belle persone, che mi hanno amato e donato tanto. Ciò che veramente ha toccato, quella volta, il mio cuore è stata la luce che Carlotta ha saputo donarmi. La luce che viene dal profondo e contagia chi sta accanto. Quella luce che le è scoccata dentro nel momento in cui ha sentito quello che lei ha chiamato un "click", sentendosi una persona nuova. Anche se piena di dolore, di angoscia, di preoccupazione, ha toccato la risurrezione. E ha saputo illuminare tutti coloro che le stavano intorno. Per questo, anche dopo la sua morte, ha continuato a emanare quanto il Signore le aveva dato e ha donato a tutti quella serenità che aveva saputo acquisire. È la serenità di coloro che hanno fatto esperienza di essere stati presi dal Signore, toccati da Lui, sollevati e risuscitati. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Olio d'oliva extra vergine
ALLARME COLDIRETTI

Olio: crolla il prezzo della produzione nazionale

"Le giacenze di olio straniero (spagnolo e tunisino) hanno superato i 62 milioni di chili prodotti"
Il monumento dedicato a Cristina Biagi
IL CASO

Femmincidio Biagi, l'Inps rinuncia al rimborso

La richiesta era stata avanzata alle figlie minorenni della donna uccisa dall'ex marito, che ferì un'altra...
Anthony Joshua
DIRIYYA

Boxe, ritmo e strategia: così Joshua è tornato re

L'inglese di nuovo campione dei pesi massimi: quello contro Ruiz è il match perfetto

Correte incontro al Signore con Maria Immacolata

L'Avvento è il tempo dell'attesa. “L’andare incontro al Signore”, cui ci invita la...
MILANO

Scontro bus-camion rifiuti: morta la donna in coma

Indaga la polizia locale, forse il mancato rispetto della precendeza all'origine dello schianto
La ragazza pakistana rapita - ©Asia News
ASIA

Pakistan, 14enne cristiana rapita. I genitori: "Il Papa ci aiuti"

La ragazza è stata costretta a convertirsi all'Islam e a sposare uno dei suoi rapitori
MONITO PAPALE

Francesco: "Con i populismi tornano le ideologie del '39"

Il Pontefice esorta i Paesi a "non chiudersi" e a "dialogare con la realtà". Il modello dei...
L'udienza di Papa Francesco alle Ong - ©Vatican News
UDIENZA PAPALE

Il Papa alle Ong: "L'eccesso di mezzi può anestetizzare la creatività"

Il Pontefice ha ricevuto in udienza anche l'Associazione cattolica Esercenti Cinema-Sale della Comunità
Uno squalo toro nell'acquario di Cattolica
RIMINI

Un presepe tra gli squali

Sarà possibile ammirarlo all'Acquario di Cattolica dall'8 dicembre
STATI UNITI

Sparatoria nella base militare di Pensacola, ecco gli ultimi aggiornamenti

Indagini ancora in corso, ipotesi terrorismo
johnson e corbyn nel duello in tv
BREXIT

Elezioni Gb, Johnson: "Votate me o sarà il caos"

Duello in tv sulla Bbc tra il laburista Corbyn e il premier britannico
Adolescenti con lo smartphone
ACTIONAID

"Youth for Love", l’e-game contro la violenza di genere

E' disponibile per smartphone gratuitamente e senza registrazione