DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019, 009:51, IN TERRIS

L'avarizia del cuore

FRA EMILIANO ANTENUCCI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Gesù
Gesù
N

on c’è solo un’avarizia economica, ma anche una del cuore. Nel Vangelo di questa domenica il Signore ci dice: “Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza”(Lc 16,13) e Papa Francesco in un’omelia a Santa Marta ci ricorda: “Quando un ministro – sia sacerdote, diacono, vescovo – incomincia ad attaccarsi ai soldi,  si lega alla radice di tutti i mali,  l’avidità del denaro è la radice di tutti i mali. Il diavolo entra dalle tasche”.

Siamo nella società del consumismo, del tutto e subito, consumo e butto,  ogni cosa  si usa e si butta e non si ricicla, tutto va dentro la  spazzatura. La cultura dello scarto, il riciclare cose vecchie per renderle in cose nuove, possono essere risorse e nuove energie per il futuro. Alcuni poi hanno la  sindrome dello zio Paperone o di Arpagone di Moliere accumulando denaro senza utilizzarlo, ma conservandolo nelle “cassaforti” del proprio cuore. Chi pensa per se, sembra che conquista il mondo ed ha compreso come si vive, invece è il modo per vivere una vita vuota e senza senso. La vita è bella se è donata, se è spesa per gli altri, se si è generosi nei confronti delle persone che incontriamo.  Non possiamo servire il denaro o Dio, cioè gli idoli di questo mondo e il Signore, ma credere che il progresso di una società non si sviluppa solo dal punto di vista economico, ma patendo da quello umano. L’avarizia del cuore è la peggior malattia che possiamo avere. Chi non dona è triste, chi  dona è felice, perché c’è più gioia nel dare che nel ricevere. Donare tempo, sorrisi, parole di speranza a aiuti concreti alle persone. Abbiamo ricevuto tanto da Dio e siamo chiamati a ridonare agli altri. Giovanni Verga in una bellissima novella sulla roba dipinge cosi l’avaro: “Quando gli dissero che era tempo di lasciare la sua roba, per pensare all’anima, uscì nel cortile come un pazzo, barcollando, e andava ammazzando a colpi di bastone le sue anitre e i suoi tacchini, e strillava: ‘Roba mia, vientene con me!’. Dobbiamo sognare insieme una società della condivisione e non del profitto, una società dove regna l’amore e tutti hanno il diritto di vivere degnamente la vita.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo
Dia
'NDRANGHETA

Decapitati i vertici di due cosche di Cosenza

Arrestato, in Francia, Domenico Stanganelli: era latitante dal 2014
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Bruxelles - Foto © Afp
IL PUNTO

Mutamenti parlamentari

Tre senatori del Movimento Cinque Stelle passano alla Lega, botta e risposta Salvini-Di Maio
Un senza tetto dorme alla stazione
ROMA EST

Firmato accordo tra Inps e Comunità di Sant’Egidio

Al via un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base alle fasce deboli
Neve in città
MALTEMPO

Allerta neve nel Nord Italia

Al Centro farà la sua comparsa sull'Appennino sopra i 1400 metri
Un sacerdote in ospedale
FEDE

Siglato il Manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita

Rappresenta un importante traguardo del dialogo interreligioso in ambito sanitario
Ugo Grassi

Quando l'eletto è sganciato dall'elettore

Dichiarazioni al vetriolo quelle rilasciate da Luigi Di Maio per l’approdo del Senatore Ugo Grassi alla Lega,...
Jeremy Corbyn
LO SCONFITTO

Corbyn, la caduta del leader ombra

I laburisti colano a picco e puntano il dito contro il loro presidente, accusato di troppe incertezze sul fronte Brexit
I sofficini - screenshot di uno spot pubblicitario
PALERMO

Quando la cena si trasforma nel pomo della discordia

Un antico proverbio recita: "Tra moglie e marito non mettere il dito", ma ci sono alcuni casi in cui è...
Scritta contro la mafia a Capaci

Mafia e razzismo, voci dolenti della povertà morale

Mafia, razzismo e povertà sono le manifestazioni più tragiche ed inquietanti della società...
Boris Johnson raggiunge la maggioranza assoluta
ELEZIONI

Trionfa Johnson: Regno Unito verso la Brexit

Tracollo dei laburisti, al premier la maggioranza assoluta: cosa succede ora