Valastro (Croce Rossa): “Donare sangue è un gesto d’amore”

"Donare il sangue è un atto d'amore che può salvare vite" afferma Rosario Valastro, presidente della Croce Rossa Italiana, nella Giornata Mondiale del Donatore di Sangue.

Credit: SAVERIO DE GIGLIO

“Donare il sangue è un atto d’amore che può salvare vite”, afferma Rosario Valastro, presidente della Croce Rossa Italiana, nella Giornata Mondiale del Donatore di Sangue. “Grazie all’impegno dei volontari, la raccolta di sangue e plasma della Croce Rossa Italiana è aumentata del 10%. Le campagne di sensibilizzazione e la collaborazione con il Sistema Sanitario Nazionale sono cruciali per promuovere la cultura della donazione e trasformare più persone in cittadini attivi e responsabili”.

Valastro (Croce Rossa): “Donare sangue è un gesto d’amore”

“Donare il sangue è un gesto d’amore, un atto concreto che può salvare la vita a molte persone. Non costa niente, non è doloroso e regala speranza a chi si trova in una situazione di vulnerabilità a causa di patologie o di interventi chirurgici. Un gesto semplice e gratuito che per molte persone rappresenta un importante contributo alla vita”. Così il presidente della Croce rossa italiana, Rosario Valastro, nella Giornata mondiale del donatore di sangue. “Grazie all’impegno costante di volontarie e volontari, la raccolta di sangue e plasma in Croce rossa italiana è cresciuta di circa il 10%. Le attività di sensibilizzazione alla popolazione, l’impegno delle Unità di raccolta, delle autoemoteche, la sinergia con il Sistema sanitario nazionale e con la sanità locale sono elementi imprescindibili per promuovere una cultura della donazione capace di trasformare sempre più persone in cittadini attivi e responsabili”, ha concluso Valastro.

Fonte: Ansa