A quando risalgono i resti di panda gigante scoperti in Cina

La scoperta fatta dai ricercatori dell'Institute of Mountain Resources nel sistema di caverne più lungo d’Asia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:49
Foto Pixabay

Oltre centomila anni fa un panda gigante si aggirava per le caverne Shuanghe, in Cina, come testimoniano i resti ritrovati dai ricercatori dell’Institute of Mountain Resources. E non è stato l’ultimo. Un caso raro, quelli di fossili di questo animale ben conservati.

La scoperta

Nel sistema di grotte più lungo dell’Asia, che si trova nella provincia sud-occidentale sono stati trovati due fossili di questi mammifero della famiglia degli orsi, ben conservati, come ha spiegato Wang Deyuan, assistente di ricerca presso l’istituto che fa capo alla Guizhou Academy of Sciences. La datazione dei resti è stata effettuati grazie alle tecnologie basate sullo smalto dentale. Dagli esami è quindi emersi che un esemplare è vissuto circa 102mila anni fa, l’altro circa 49mila. Le caverne Shuanghe erano un habitat adatto ai panda giganti all’epoca, tanto che nel sito sono stati riportati alla luce finora quasi 30 fossili di questi animali.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.