Palermo: funzionario arrestato si lancia dalla finestra

Un funzionario 61enne si è tolto la vita lanciandosi dal sesto piano di un palazzo a Bagheria, in provincia di Palermo, durante l'arresto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46
pandemia

Un funzionario 61enne della polizia provinciale della Città Metropolitana di Palermo si è tolto la vita lanciandosi dal sesto piano di un palazzo a Bagheria durante l’arresto. I militari della guardia di finanza si erano recati nella casa dell’uomo per notificargli un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di corruzione.

Il suicidio del funzionario

Ma durante le operazioni il 61enne ha chiesto di potere andare in bagno: in un attimo – riporta TgCom24 – ha aperto la finestra e si è lanciato nel vuoto. Un maresciallo che lo seguiva da vicino ha tentato in tutti i modi di fermarlo senza riuscirci. Il militare si è provocato una grave ferita alla mano ed è stato trasportato al pronto soccorso.

L’indagine per corruzione

Il funzionario era coinvolto in un’indagine per corruzione nella quale sono indagate altre nove persone. Si tratta di un’indagine sul rilascio delle autorizzazione ambientali per il trattamento dei rifiuti: imprenditori che, secondo gli inquirenti, in cambio di soldi o regali avrebbero ottenuto rinnovi di autorizzazioni ambientali o soffiate sui controlli e ispezioni in programma. La procura di Termini Imerese, che coordina l’indagine, ha già restituito la salma ai familiari.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.