Come sarà questo Natale? L’allarme della Coldiretti

Coldiretti: "Con l'avanzare dei contagi sono a rischio le vacanze di Natale per 10 milioni di italiani, per una spesa di 4,1 miliardi solo per i turisti nazionali"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:44
Al centro, il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini

Con l’avanzare dei contagi sono a rischio le vacanze di Natale per 10 milioni di italiani, per una spesa di 4,1 miliardi solo per i turisti nazionali, di cui quasi 1/3 destinato al cibo, tra souvenir e pranzi e cenoni in ristoranti e agriturismi. A lanciare l’allarme è la Coldiretti in occasione del XIX Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato dalla Coldiretti. Una situazione che ha un impatto diretto anche sulla filiera agroalimentare.

 

Prandini (Coldiretti): “Preoccupa la ripresa dei contagi anche all’estero”

“Sappiamo tutto quello che il turismo ha vissuto nell’anno della pandemia e le difficoltà che hanno attraversato le nostre imprese agricole – commenta il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, recentemente intervistato da Interris.it anche sulla piaga del caporalato – l’invito che facciamo è di vaccinarsi e porre grande attenzione affinché non ci siano rallentamenti e sostenere in termini economici per recuperare ciò che avevamo perso nel 2020″.

A preoccupare il presidente è anche la ripresa dei contagi all’estero, “soprattutto nel contesto comunitario di quei paesi che hanno sempre apprezzato le bellezze del nostro Paese come la Germania, sappiamo che al turismo è collegato all’agroalimentare, più porremo attenzione al rispetto delle regole e più guideremo un momento drammatico che si sta vivendo a livello globale”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.