Giornata mondiale di preghiera contro la tratta: le iniziative dell’Apg23

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:47

La Comunità Papa Giovanni XXIII, in occasione della Giornata mondiale di preghiera contro la tratta di persone, aderisce alla maratona mondiale che, dall’Oceania alle Americhe, verrà trasmessa martedì 8 febbraio dalle ore 10 alle 17 in diretta streaming sul canale YouTube della Giornata mondiale con traduzioni in cinque lingue.

Alle ore 13.30 sarà trasmesso un messaggio di Papa Francesco e alle 14 avrà inizio la tappa europea introdotta dalla Comunità Papa Giovanni XXIII con testimonianze ed un momento di preghiera ecumenica da Malmö in Svezia, dove una famiglia della Comunità di don Benzi è impegnata nel dialogo ecumenico e nel supporto ai migranti.

«La pandemia ha fatto incrementare il “business” della tratta, in particolare lo sfruttamento sessuale si è sempre più rapidamente radicato nella prostituzione indoor – negli appartamenti, nei bordelli, nei centri benessere, nei centri massaggi – rendendo ancor più invisibili le vittime. Per questa ragione, oltre all’impegno delle unità di strada, abbiamo avviato 3 nuovi team per la prostituzione indoor: a Modena, Savona, Rimini. L’intento è sempre quello di incontrare le vittime e proporle la liberazione dal racket, proprio come faceva don Oreste Benzi, pioniere nell’incontro e nel recupero delle donne uscite dalla tratta a scopo sessuale fin dagli anni ’90» spiega Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII.

«Nonostante il Covid abbiamo continuato ad accogliere vittime di tratta a scopo sessuale, lavorativo o accattonaggio – continua Ramonda. – Nel 2021 abbiamo aiutato 100 persone, principalmente donne tra i 24 e i 27 anni; numerose sono accolte nelle nostre case famiglia a causa delle ferite indelebili che i trafficanti ed i clienti le hanno lasciato. Molte di esse hanno sviluppato patologie psichiatriche invalidanti. Inoltre continuiamo a sostenere molte donne nel loro percorso verso l’autonomia, in particolari le madri».

Ecco tutte le iniziative nelle diocesi:

  • sabato 5 febbraio alle ore 23 a Perugia, presso Pian di Massiano si terrà il S. Rosario in strada guidato da don Aldo Buonaiuto coi giovani dell’Unità di strada.
  • Lunedì 7 febbraio alle ore 19 a Bologna presso la Parrocchia Sant’Antonio di Savena, sarà celebrata la Santa Messa in memoria di Santa Bakhita e di tutte le vittime di tratta. La Santa Messa sarà presieduta dal Cardinale Arcivescovo Mons. Matteo Maria Zuppi.
    Vai alla locandina
  • Martedì 8 febbraio a Piacenza alle ore 18.30 sarà celebrata la S. Messa in Cattedrale presieduta dal Vescovo della Diocesi di Piacenza – Bobbio, Mons. Adriano Cevolotto.
  • Martedì 8 febbraio Milano, alle ore 18.15 si terrà il convegno Traffico di esseri umani e nuove schiavitù. L’impatto devastante del Covid sulle vittime in Italia e nel mondo, promosso da Caritas Ambrosiana, Mani Tese e PIME. Interverrà Fabio Agostoni, Servizio Diritti Umani della Comunità Papa Giovanni XXIII.
    Vai alla locandina
  • Martedì 8 febbraio ad Acireale (CT) alle ore 15.45 si terrà un momento di riflessione promosso da Famiglia Canossiana, Parrocchia Aci Bonaccorsi, Comunità Papa Giovanni XXIII, Migrantes Acireale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.