Offre droga e molesta una minorenne in treno: fermato un 25enne

Dopo aver offerto marijuana alla una 14enne, l'uomo l'ha bloccata su un sedile costringendola a subire carezze e palpeggiamenti intimi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:29
Db Milano 24/03/2009 - treno alta velocità Frecciarossa / foto Daniele Buffa/Image nella foto: treno Frecciarossa

Un 25enne è stato denunciato per violenza sessuale dai carabinieri nel Reggiano: secondo l’accusa, avrebbe aggredito una minorenne a bordo di un treno che stava riportando a casa la ragazzina dopo la scuola. Il giovane sarebbe stato filmato da un altro minorenne (che poi è intervenuto in difesa della studentessa): dopo aver offerto marijuana alla 14enne, l’avrebbe bloccata su un sedile costringendola a subire carezze e palpeggiamenti intimi.

La dinamica dell’aggressione

Il presunto responsabile, approfittando del fatto che il vagone del treno sul quale viaggiava fosse poco affollato, si è avvicinato alla minorenne rivolgendole attenzioni da subito respinte. La ragazzina, infastidita dall’atteggiamento dello sconosciuto, ha contattato la madre su WhatsApp, senza però riuscire a fermare l’uomo.

Di fronte all’insistenza, la giovane vittima ha chiamato il fidanzatino, informandolo in tempo reale di quello che stava accadendo. Il ragazzo ha invitato la 14enne ad allontanarsi e chiedere aiuto, senza sapere tuttavia che, nel frattempo, l’uomo si era seduto accanto a lei, impedendole di comunicare. Il 25enne l’avrebbe bloccata sul sedile e le avrebbe abbassato la mascherina con l’intento di baciarla.

Il video incriminante

Nello stesso vagone era presente un altro minorenne, che ha documentato con foto e video quanto stava accadendo e che poi ha deciso di affrontare il ragazzo più grande e di soccorrere la vittima. I due minori si sono quindi spostati in un’altra parte del vagone, fino a quando l’aggressore non è sceso dal convoglio. Prima di abbandonare il treno, l’uomo si è rivolto alla vittima lasciandole il suo numero di cellulare. Proseguito il viaggio e giunta in stazione, la ragazza ha riabbracciato in lacrime e terrorizzata la madre e insieme a lei si è rivolta ai carabinieri per la denuncia.

Il presunto aggressore è stato individuato, anche grazie al riconoscimento della vittima e del testimone, e alle immagini delle stazioni ferroviarie. E’ dunque scattata la denuncia alla Procura reggiana per i reati di violenza sessuale aggravata su minore, atti osceni in luogo pubblico alla presenza di minorenni e tentata cessione di sostanza stupefacente. La Prefettura – scrive TgCom24 – ha revocato nei suoi confronti la misura di accoglienza, in quanto migrante.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.