Droga: guerra tra bande, 27 arresti a Roma. Coinvolto uomo legato a “Diabolik”

Due presunte organizzazioni criminali in guerra tra loro a Roma per accaparrarsi piazze di spaccio e mercato della droga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:48

Due presunte organizzazioni criminali in guerra tra loro a Roma per accaparrarsi piazze di spaccio e mercato della droga. Lo scrive Ansa da un comunicato dell’arma. Questa mattina sono state smantellate dai carabinieri del comando provinciale che hanno dato esecuzione ad una ordinanza emessa dal gip su richiesta dei pm della Direzione distrettuale antimafia nei confronti di 27 persone appartenenti a due gruppi italo-albanesi.

Secondo quanto accertato dai carabinieri di Frascati il capo di uno dei sodalizi sarebbe legato a Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik, ucciso a Roma nell’agosto del 2019. Nei confronti degli arrestati le accuse, a vario titolo, sono di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso, cessione e detenzione ai fini di spaccio, estorsione, danneggiamento a seguito di incendio, detenzione e porto in luogo pubblico di armi da fuoco. Le due presunte organizzazioni, secondo gli inquirenti, sono dotate di una solida struttura organizzativa, e con la disponibilità di armi da fuoco pronte all’uso.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.