Belgio, la settimana lavorativa si riduce a quattro giorni

I dipendenti a tempo pieno, a seguito della riforma, potranno scegliere di modulare le ore settimanali in maniera diversa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
smart working

In Belgio, a seguito della riforma del mercato del lavoro attuata dopo la pandemia da COVID-19, è stata sancita la settimana lavorativa corta della durata di soli quattro giorni.

I contenuti e l’intento della norma

L’accordo raggiunto sulla riforma dalla coalizione di governo non trasformerebbe i contratti a tempo pieno in rapporti di lavoro part-time ma, i dipendenti che chiederanno di lavorare un giorno in meno a settimana, saranno tenuti ad accettare di restare in servizio oltre le otto ore giornaliere attualmente previsti. In particolare, la flessibilità oraria verrà applicata anche in altri modi, ad esempio i lavoratori potranno lavorare più ore una settimana con l’intento di recuperare gli straordinari accumulati attraverso altrettante ore di riposo. Rispetto a questo tema, l’obiettivo dell’esecutivo guidato dal premier Alexander De Croo, è Quello di creare un’economia maggiormente innovativa, sostenibile e digitale.

Il tasso di occupazione

Infine, tale riforma, si pone l’obiettivo di portare il tasso di occupazione nel paese dall’attuale 71,4% all’80% entro il 2030.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.