Afghanistan: 25 morti in un attentato all’ambasciata russa a Kabul

Un attentato kamikaze è avvenuto stamattina davanti all'ambasciata russa di Kabul, in Afghanistan. Morte almeno 25 persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:55

Un attentato kamikaze è avvenuto stamattina davanti all’ambasciata russa di Kabul, in Afghanistan. La deflagrazione è avvenuta nel momento in cui un diplomatico russo è uscito dall’edificio per annunciare i nomi dei richiedenti il visto. Lo riferisce l’agenzia russa Ria Novosti.

Inizialmente una fonte locale riportata da Ansa parlava che “dalle 15 alle 20 persone” erano rimaste “uccise o ferite a causa dell’esplosione”. Col passare dei minuti, il bilancio si è aggravato.

Sono infatti almeno 25, tra cui due funzionari della sede diplomatica, i morti nell’attentato suicida che stamane a Kabul ha preso di mira l’ambasciata russa. Lo riferisce la Tass citando Al Jazeera.

Lo scorso 2 settembre un’esplosione in una moschea di Herat uccise 18 persone. “Diciotto persone sono state uccise nell’incidente e altre 23 sono rimaste ferite”, aveva precisato la tv locale. In quella occasione anche l’imam della moschea, Mujeeb Rahman Ansari, sostenitore dei talebani, era rimasto ucciso dalla deflagrazione.

Poche settimane prima, il 17 agosto, una forte esplosione aveva colpito la moschea Abu Bakr al Siddiqi proprio a Kabul, uccidendo almeno 20 persone e ferendone 40, durante la preghiera serale. Anche in quel caso, tra le vittime figurava l’imam.

Afghanistan: terremoto 5.3 nella notte, almeno 6 morti

Sempre oggi l’Afghanistan è stato colpito anche da un’altra sciagura. Almeno 6 persone sono rimaste uccise e altre 9 ferite in conseguenza di una scossa di terremoto di magnitudo 5.3  che ha colpito in piena notte, alle 02.30 locali (la mezzanotte italiana) l’est del Paese. Lo rende noto il viceministro delle Emergenze e le catastrofi del regime talebano, Sharafuddin Muslim. La scossa è stata avvertita nelle province di Kabul, Laghman, Kunar e Nangarhar. Le vittime sono tutte nella provincia di Kunar, vicino al confine con il Pakistan. Lo scorso 22 giugno nel sud-est dell’Afghanistan un sisma di magnitudo 5.9 fece oltre 1.000 morti e lasciò migliaia di persone senza casa.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.