DOMENICA 17 MAGGIO 2015, 000:10, IN TERRIS

Testimoni di Misericordia

AUTORE OSPITE
Testimoni di Misericordia
Testimoni di Misericordia
d'ercole“La Chiesa vive un desiderio inesauribile di offrire misericordia, frutto dell’aver sperimentato l’infinita misericordia del Padre e la sua forza diffusiva”. Bisogna considerare questa convinzione di papa Francesco, che emerge bene nell’esortazione apostolica Evangeli Gaudium, per comprendere perché egli abbia voluto indire un Anno Santo straordinario, come ben spiega nella Bolla di Indizione Misericordiae vultus dove ne delinea le finalità. Anno giubilare che inizia, com’è noto, l’8 dicembre solennità dell’Immacolata Concezione, con l’apertura della Porta Santa nella Basilica di San Pietro e si chiude il 20 Novembre 2016, Solennità di Gesù Cristo Signore dell’Universo.

All’interno di queste due date si sviluppa un calendario di celebrazioni e differenti eventi. Va subito detto che il Giubileo della Misericordia sarà altra cosa rispetto al Grande Giubileo dell’Anno 2000; del resto ogni confronto appare privo di senso perché gli anni giubilari si connotano per caratteristiche e finalità proprie. E così, il prossimo si potrà viverlo sia a Roma che nelle Chiese locali, con un’attenzione speciale alla vita delle singole comunità diocesane e alle loro esigenze, in modo che le iniziative non siano un sovrapporsi al calendario, ma complementari.

Interessante è poi il fatto che per la prima volta nella storia dei Giubilei, viene offerta la possibilità di aprire la Porta Santa – Porta della Misericordia - in ogni singola diocesi, in particolare nella Cattedrale, in una chiesa significativa o in un Santuario di particolare importanza per i pellegrini. Un anno giubilare dunque, diverso dai precedenti anche perché non si riallaccia a un evento, a un anniversario, ma potrebbe dirsi un Giubileo “tematico”. L’invito alla misericordia, che lo caratterizza, spinge i credenti nel cuore del messaggio evangelico e richiama con vigore la Chiesa alla sua missione prioritaria di essere segno e testimonianza della misericordia in tutti gli aspetti della sua vita pastorale. E neppure va taciuta la valenza dialogica che pone in luce il richiamo di papa Francesco all’Ebraismo e all’Islam per ritrovare la via del dialogo e del superamento delle difficoltà che tutti quotidianamente costatiamo.

Viviamo infatti un’epoca di gravi conflitti, dense nubi si accalcano all’orizzonte della storia e un senso di smarrimento domina nelle coscienze della gente. Si avverte un forte desiderio di sicurezza e di pace, ma è possibile trovarla lontano da Dio? I Missionari della Misericordia, ai quali il Papa darà il mandato il Mercoledì delle Ceneri durante la celebrazione in San Pietro, dovranno essere messaggeri e testimoni della pacificazione del cuore che ha origine dall’abbraccio misericordioso del Padre celeste. Questi Missionari – chiede il pontefice - dovranno essere sacerdoti pazienti, capaci di comprendere i limiti degli uomini, sempre pronti ad esprimere l’afflato del buon Pastore, nella loro predicazione e nella confessione. Misericordiosi come il Padre, è il tema e il logo del Giubileo. E’ un invito a tutti i credenti a vivere sull’esempio del Padre che chiede di non giudicare e di non condannare, ma di perdonare e di donare amore, avendo sempre dinanzi agli occhi la figura tenera e salda del Buon Pastore che si fa carico delle sofferenze e dei drammi dell’umanità.

La convinzione che anima papa Bergoglio è che il tema della Misericordia stimoli le comunità a un risveglio della fede, indispensabile condizione per quella nuova evangelizzazione e conversione pastorale di cui ampiamente tratta nella sua prima esortazione apostolica. Scrive infatti nella Bolla d’indizione del Giubileo: “In questo Anno Giubilare la Chiesa si faccia eco della Parola di Dio che risuona forte e convincente come una parola e un gesto di perdono, di sostegno, di aiuto, di amore. Non si stanchi mai di offrire misericordia e sia sempre paziente nel confortare e perdonare".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
Piazza Fontana
STRAGE DI PIAZZA FONTANA| ANNIVERSARIO

Mattarella:
"Cercare la verità"

Il capo dello Stato ricorda le vittime dell'attentato che aprì la stagione degli "anni di Piombo"
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani