LUNEDÌ 29 GENNAIO 2018, 00:01, IN TERRIS

Famiglia in crisi: l'Egitto pensa alla poligamia

Divorzi in aumento e troppe donne single. C'è chi vuole tornare al passato

LUCA LA MANTIA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Poligamia
Poligamia
L'

Egitto rispolvera la poligamia per far fronte alla crisi dell'istituto matrimoniale. I dati parlano chiaro: secondo il Centro nazionale per la ricerca sociologica e criminologica il tasso di divorzi è in crescita (in alcune città al momento dell'ultima rilevazione raggiungeva il 60%) e aumenta anche il numero di donne non sposate (a ottobre erano 11 milioni, cioè il 50% di quelle in età di matrimonio). Non solo: il 25% dei mariti egiziani si sposa una seconda volta a meno di tre anni dalle prime nozze. Ma in questo caso il numero di divorzi raggiunge il 70%. Da qui l'idea di riproporre le famiglie composte da una pluralità di mogli, previste dal diritto islamico ma desuete da diversi decenni. 


La proposta

Secondo i promotori la poligamia "dà alle donne più chance di trovare marito", e dall'altro lato "permette all'uomo di gestire meglio la frustrazione del primo matrimonio, che di solito provoca il divorzio". Tra i sostenitori di un ritorno al passato c'è anche Rania Hashem, autrice del libro "Poligamia: un diritto religioso". "Le donne non hanno diritto a opporsi all'idea che loro marito cerchi anche altre mogli, perché non possono contraddire ciò che Allah ha chiarito nel Corano" ha spiegato a più riprese durante i suoi interventi nei talk televisivi. "Nell'assecondare la volontà di tuo marito di prendere in sposa altre donne, stai rispettando le regole dell'Islam", ha aggiunto, insistendo poi sul fatto che l'istituto risolverebbe il problema della "sproporzione sessuale" in Egitto, e cioè la carenza di uomini a fronte dell'elevato numero di donne. 


Dibattito

La proposta, ovviamente, non trova tutti d'accordo. Per i movimenti che promuovono i diritti delle donne nel Paese le cause della crisi dei matrimoni vanno ricercate altrove. "I ragazzi all'inizio delle loro carriere spesso non possono permettersi di far fronte ai costi del matrimonio, i quali includono una casa arredata, la dote per la famiglia della sposa, eccetera , ha sottolineato l'amministratrice delegata dell'Associazione per lo Sviluppo e l'Empowerment femminile, Imam Bibars, nel corso di un'intervista ad Al Monitor - . Le richieste che di solito fanno le famiglie della sposa, (anche in famiglie povere) sono spesso esorbitanti, impossibili da accontentare per la gran parte degli uomini. Quelli che invece possono permetterselo sono uomini più anziani, avanti con le loro carriere, che magari cercano una seconda moglie più giovane". 


Il fenomeno

La poligamia, spiega un'infografica pubblicata da Termometro politico lo scorso anno, è attualmente consentita in oltre 50 Paesi. La gran parte (dislocata fra Asia e Africa) è a maggioranza musulmana. Tuttavia non mancano Stati - come la Repubblica Democratica del Congo, lo Zambia, l'Uganda e la Birmania - dove la componente islamica è minoritaria ma la possibilità di matrimoni plurimi è tollerata. In 20 Paesi, infine, è illegale ma comunque praticata. Va tenuto conto che l'unica poligamia riconosciuta è la poliginia (un marito e più donne). Viceversa la poliandria (una moglie e più mariti) è considerate illegale pressoché ovunque. Nel 1985 in Egitto è stata approvata una legge che impone al marito di chiedere alla precedente moglie il consenso quando intende sposarne un'altra. Se questa non è d'accordo, o chiede il divorzio, dovrà provare che l'intenzione di sciogliere il matrimonio è direttamente correlata alla volontà del coniuge di contrarre seconde nozze contro il suo volere. Questa disposizione viene, tuttavia, spesso disapplicata dai giudici perché contraddice la Sharia, considerata (ex articolo 2 della Costituzione egiziana) la principale fonte del diritto. 


Riflessione

La poligamia è, ovviamente, vietata dalla religione cristiana che propone un modello classico di famiglia, formata da un uomo, una donna e i figli. Una composizione che assicura non solo la piena parità di diritti e responsabilità tra marito e moglie ma anche maggiori tutele alla prole. Viceversa, al netto di ogni valutazione fideistica, i nuclei poligamici sono espressione di una cultura arcaica nella quale la donna veniva percepita come una pertinenza dell'uomo. Non a caso in molti Paesi islamici, Egitto compreso, tale modello è stato progressivamente abbandonato a favore di quello occidentale. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'ozono
LA RICERCA

Il buco dell'ozono ora è grande la metà, dicono gli scienziati

Per i rilevamenti del Cams al Polo Sud ha raggiunto le dimensioni minime dal 1985. Ma nel resto del mondo aumenta
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
AMBIENTE

Primo stop del Conte II: forse slitta il decreto clima

Inizia il braccio di ferro con i renziani
Dispersione scolastica
RAPPORTO OXFAM

Cresce la dispersione scolastica

L'appello: "Il nuovo Governo investa nell’istruzione pubblica"
Italiani di seconda generazione
MIGRANTI

Istat: “I nuovi italiani sono oltre 1,3 milioni"

I bambini di seconda generazione costituiscono il 13% della popolazione minorenne
Il giornalista Angelo Paoluzi

È scomparso Angelo Paoluzi, firma del giornalismo italiano

Direttore di Avvenire, è noto il suo impegno per un'informazione cattolica
Migranti
MIGRANTI

Nuovi sbarchi a Lampedusa, hotspot in emergenza

Un centinaio di persone arriva direttamente in porto, il centro è sovraffollato. Altre 109 a bordo di Ocean Viking
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
GOVERNO CONTE BIS

Decreto legge ambiente: sconti per chi rottama auto fino Euro4

Misure contro il consumo di plastica e per una mobilità sostenibile. Dal 2020 taglio 10% dei sussidi dannosi
OCSE

Crollano le richieste d'asilo in Italia: -58% nel 2018

Il dato nel rapporto annuale dell'Ocse "Migration Outlook". Lo scorso anno accolte oltre il 30% delle domande
Papa Francesco - Foto © Vatican Media
UDIENZA GENERALE

Papa Francesco: "Senza Dio, i governi cadono"

La catechesi del Pontefice sul discernimento e l'opposizione del potere
La stazione Centrale di Milano
MILANO

Aggredisce militare e grida "Allah Akbar": "Volevo essere ucciso"

Espulso dalla Germania, non risulterebbero legami con il terrorismo. L'uomo, irregolare in Italia, è yemenita
Poligono di tiro

Quattro milioni di italiani armati

Cresce del 4% all'anno il numero di cittadini che hanno in casa un fucile o una pistola, quasi sempre per uso sportivo. Porto...
Delfino
ANIMALI

Non solo l'uomo: la resistenza agli antibiotici colpisce anche i delfini

Uno studio mette in luce i trend in linea con quelli dell'uomo.