VENERDÌ 08 MAGGIO 2015, 002:45, IN TERRIS

YEMEN IN GINOCCHIO: IL PRESIDENTE HADI CHIEDE ALL'ONU UN INTERVENTO VIA TERRA

John Kerry intanto si trova a Riyad per convincere le autorità saudite a concedere una pausa dalle operazioni militari per poter distribuire gli aiuti umanitari

HORTENSIA HONORATI
YEMEN IN GINOCCHIO: IL PRESIDENTE HADI CHIEDE ALL'ONU UN INTERVENTO VIA TERRA
YEMEN IN GINOCCHIO: IL PRESIDENTE HADI CHIEDE ALL'ONU UN INTERVENTO VIA TERRA
I rappresentanti dello Yemen alle Nazioni Unite hanno chiesto un intervento via terra per poter rispondere all'offensiva dei ribelli Houthi a sud del Paese, dove la situazione dopo un mese di bombardamenti è altamente critica. Nella città di Aden, la seconda più importante, sono morte circa 120 persone negli scontri tra i sostenitori del presidente Hadi e gli sciiti in rivolta.

La guerra nel Paese ha avuto ufficialmente inizio nella notte tra il 25 e il 26 ma la crisi ha radici ben più profonde. Nel 2012 il presidente Ali Abdullah Saleh ha lasciato il suo incarico in seguito alle proteste popolari della primavera araba. Abd Rabbo Mansur Hadi ha preso quindi il suo posto ma l'inefficienza nel gestire l'estrema povertà, la scarsità di risorse idriche, la minaccia jihadista di al Qaeda e le richieste degli houthi e dei zaiditi hanno portato a gennaio al colpo di stato in seguito al quale il presidente si è dimesso. Dopo aver conquistato Sana'a gli houthi a marzo hanno puntato alla città portuale di Aden dove Hadi aveva trovato rifugio.

Il conflitto ha assunto dimensione internazionale dal momento in cui sono intervenute Arabia Saudita e Iran rispettivamente a sostegno delle forze governative pro Hadi e dei ribelli Houthi. Intanto la Croce Rossa della Repubblica Islamica ha previsto per il 9 maggio l'invio di 2500 tonnellate di aiuti umanitari destinate allo Yemen dall'ayatollah Ali Khamenei, il quale ha accusato gli Stati Uniti aiutare Riyad a commettere "immensi crimini" nel Paese. Intanto il segretario di Stato degli Usa, John Kerry si trova nella capitale araba per trattare con le autorità saudite e chiedere una pausa dai bombardamenti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'accusa nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Facebook
SOCIAL MEDIA E FISCO

Svolta Facebook: pagherà le tasse dove incassa

Il colosso di Menlo Park passerà a un sistema di vendite locali
Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni (repertorio)
VERSO IL VOTO

Elezioni il 4 marzo, l'annuncio prima di Capodanno

Lo riporta il Corriere della Sera. Gentiloni l'antidoto di Mattarella allo "scenario spagnolo"